Quantcast

Robur, esonerato Vescovi. In panchina torna Garbosi

Gialloblu ultimi in classifica dopo 15 giornate, cambia la guida tecnica. Addio anche per capitan Rosignoli: giocherà a Gazzada in Serie C

fabrizio garbosi

La deludente stagione sportiva della Robur et Fides – sezione basket – è arrivata a un punto di svolta. Dopo 15 partite del campionato di Serie B, con appena quattro vittorie all’attivo, la società gialloblu ha scelto di esonerare Cecco Vescovi che sedeva sulla panchina della Coelsanus dal 2016: una decisione già nell’aria attorno a Natale ma definitivamente maturata dopo l’ultima sconfitta rimediata sul difficile campo di San Vendemmiano.

Per dare una scossa alla squadra, ultima con 8 punti al pari di Crema e Soresina, tornerà ad allenare Fabrizio Garbosi, volto notissimo nell’ambiente roburino (e cestistico in generale) e attuale direttore sportivo gialloblu, un incarico quest’ultimo che verrà mantenuto dal 52enne coach e dirigente varesino.

Il divorzio con Vescovi non è l’unico che si è consumato in queste ore in casa Coelsanus: anche Davide Rosignoli infatti lascerà la squadra per andare a rinforzare il Sette Laghi Gazzada in Serie C, squadra che è da poco stata affidata a un altro ex tecnico roburino di lungo corso, Alberto Zambelli. Il lungo del 1988, protagonista nelle ultime annate e capitano del team, quest’anno ha avuto poche occasioni per lasciare il segno.

«ASD Robur et Fides Varese comunica di aver ceduto il capitano Davide Rosignoli alla società sportiva Settelaghi Gazzada. Robur et Fides ringrazia il giocatore per la correttezza e la professionalità sempre dimostrati in questi tre anni e gli augura il meglio per la sua carriera sportiva».

La compagine roburina, dicevamo, è stata fino a qui autrice di un cammino assai deludente soprattutto alla luce della campagna acquisti estiva che faceva pensare a un campionato di ben altro livello. Il vicepresidente Claudio Corti e i suoi collaboratori avevano infatti riportato a Varese due giocatori di Serie A come Marco Allegretti e Lorenzo Gergati, fatto rientrare in città Simone Gatti (il quale ha avuto diversi problemi fisici: appena 6 presenze all’attivo), ingaggiato il talentuoso play Ballabio e prelevato dalla Openjobmetis il promettente Christian Gatto. In campo però, la Coelsanus ha faticato fin da subito nonostante il clamoroso apporto di Allegretti alla causa gialloblu (19,5 punti, 11,9 rimbalzi, 55% da 2 e 36% da 3), ed è ora costretta a rincorrere una salvezza tutt’altro che scontata. A Garbosi, ora, il compito di dare una sterzata.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 08 Gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore