Spacciatori accerchiati nel bosco di Appiano, due arresti

I due sono stati fermati nella zona boschiva vicino a via Varese, avevano hashish ed eroina

carabinieri spaccio bosco rugareto

Due arresti nel bosco di Appiano Gentile: nel corso del pomeriggio di ieri, 9 gennaio, i carabinieri della caserma di Appiano hanno fermato, in flagranza di reato, Z.A., 38 enne, cittadino pakistano, residente a Cesate (Milano), e C.K., 44enne, cittadino marocchino in Italia senza fissa dimora, accusati appunto di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il tutto è avvenuto in zona boschiva che si sviluppa e costeggia via Varese di Appiano Gentile.

I militari, nell’ambito di un servizio predisposto a seguito dell’evidenza di una zona di spaccio (sempre monitorata), si sono infiltrati nella boscaglia mimetizzandosi e accerchiando la postazione di spaccio. Una volta accerchiati, i due spacciatori hanno tentato una fuga che a nulla è servita: si sono imbattuti, infatti, nel muro innalzato dall’Arma nella zona e sono rimasti intrappolati nella fitta tela di militari.

Perquisiti, sono stati trovati in possesso di: 16,65 grammi di eroina in un involucro di cellophane, 12,85 grammi di hashish sempre avvolti in un involucro di cellophane, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dose.

Gli arrestati, concluse le formalità, sono stati portati al carcere di Como Bassone a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Sequestrata la droga.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore