Gestore cercasi per lo spaccio del paese

L’amministrazione vuole ridare vita all’immobile vuoto da destinare anche a servizi e centro di aggregazione

Avarie

La precedente gara è andata deserta e il Comune, pur di non vedere vuoto quell’immobile si sua proprietà è disposto ad affittarlo anche per un euro (più le spese di gestione però).

Per questo l’amministrazione comunale di Cassano Valcuvia ha di recente deciso di adottare una proposta di asta pubblica per ricercare operatori privati che possano gestire l’immobile adiacente al centro documentale della Linea Cadorna e della Battaglia di San Martino, in pieno centro storico del paese e non molto distante dal municipio in via Trento, angolo vicolo Costanza (nella foto, uno scorcio del centro del piccolo paese).

L’immobile, dotato di un paio di stanze al pianterreno era impiegato qualche anno fa dall’associazione “Strada dei sapori delle Valli Varesine” che gestiva la struttura – dotata anche di una piccola sala di ritrovo – dal 2015.

Nel corso dello scorso anno, però, la struttura è rimasta inutilizzata e il Comune vuole che l’immobile torni di nuovo ad essere un piccolo centro di riferimento per i cittadini. La delibera di giunta è dell’11 febbraio scorso ma è stata pubblicata il 26 sull’albo pretorio non a caso con oggetto: “Atto di indirizzo per locazione immobile comunale da destinare all’attività di vendita generi alimentari, somministrazione alimenti e bevande”.

L’atto autorizza l’ente a procedere mediante procedura di asta pubblica con aggiudicazione secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa per un periodo minimo di sei anni. «L’amministrazione comunale con tale atto vuole che venga realizzato un centro anche di incontro, di progettazione e di promozione sociale e dei prodotti del territorio», si legge nell’atto.

«Inoltre, si dà indirizzo di inserire nella gara idonee garanzie a tutela dell’Entee d’un canone a base d’asta pari a zero con offerta al rialzo anche alla luce della situazione concreta in cui versa il territorio di Cassano Valcuvia, della collocazione della struttura, considerando che il precedente bando è andato deserto».

L’aggiudicatario avrà l’obbligo di intestarsi le utenze di gas, acqua ed energia elettrica

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore