Linate chiude, tutti i voli trasferiti a Malpensa

I voli saranno inizialmente gestiti sul Terminal 2. La scelta di Malpensa perché "serve ogni tipologia di aeromobile e di destinazione e può essere gestita per moduli"

Il nuovo Airbus A321 neo di Easyjet

Linate chiude e tutti i voli saranno trasferiti su Malpensa. Lo annuncia SEA in una nota in cui si spiega come “secondo le disposizioni del Decreto emanato oggi dal Ministero dei Trasporti il traffico passeggeri sarà concentrato sull’aeroporto di Milano Malpensa, con la chiusura temporanea dell’intero aeroporto di Milano Linate che garantirà i soli voli di emergenza sanitaria e/o per trasporto organi”.

Il gestore dei due aeroporti milanesi puntualizza come “in un primo momento il traffico passeggeri sarà concentrato sul terminal 2 di Milano Malpensa al fine di contenere al minimo il numero di persone e mezzi nelle attività operative a tutela della salute di tutti. Infatti, grazie a una significativa riduzione del personale impiegato, si limiteranno al massimo il numero di “contatti” e del rischio di contagio ad esso associato”.

Sono quattro le ragioni che hanno portato alla scelta di chiudere l’aeroporto di Milano Linate: Linate dispone di un’unica pista di volo di lunghezza insufficiente a garantire l’operatività di aeromobili wide-body, tipicamente utilizzati per le rotte di lungo raggio; l’attuale regolamentazione di accesso allo scalo esclude inoltre la possibilità di servire destinazioni extra-UE e di operare con aeromobili a doppio corridoio; Malpensa è l’unico scalo in grado di garantire l’operatività del Cargo grazie alle sue infrastrutture (piste, piazzali aeromobili e magazzini) e tale comparto rimane strategico anche in questa fase di gestione dell’emergenza; al termine della fase di emergenza, vi sarà un graduale recupero dell’attività di volo, con una dinamica di volumi e portafoglio compagnie aeree/destinazioni ancora non prevedibile.

Per tutti questi motivi “Malpensa, in considerazione della possibilità di servire ogni tipologia di aeromobile e di destinazione e della possibilità di riattivazione per moduli delle infrastrutture, risulta la scelta più ponderata“.

Il crollo dei viaggi aerei aveva già portato SEA ad una drastica decisione per contenere i costi, quella cioè della chiusura del satellite centrale dello scalo di Malpensa. Poche ore più tardi anche Trenord aveva deciso di dimezzare i collegamenti con l’aeroporto, cancellando tutti i Malpensa Express diretti a Milano Cadorna.

Sea chiude il satellite centrale di Malpensa

Nello schema ipotizzato da Enac, rimaneva aperto un aeroporto per ogni Regione (escluse le più piccole), oltre agli scali delle isole di Lampedusa e Pantelleria. Rispetto alle richieste Enac, il governo ha confermato l’operatività di Bergamo Orio al Serio, considerata necessaria per il cargo, come conferma anche il gestore Sacbo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore