“Ieri e oggi. Non dimentichiamo quello che stiamo imparando”

Isabella è una giovane specializzanda di Legnano. In questo messaggio racconta le sue giornate tra casa e ospedale

isabella rotondella

Ieri. Oggi.

Si vive di alti e bassi, di piccole gioie quotidiane, degli sguardi e dei piccoli gesti di gratitudine di chi ce la sta facendo.

Ho comprato delle piante affinché mi tengano compagnia e per quanto possa sembrare stupido prendermi cura di qualcosa nel suo piccolo mi regala dei piccoli momenti di spensieratezza.

Le giornate sono scandite dai turni e dalle videochiamate, dalla voglia di tornare a casa e dalla paura di quello che possa causare un ritorno. Dai momenti in cui pensi che tutto tornerà alla normalità, ai momenti in cui pensi invece che nulla possa tornare come era prima, non tu non dopo quello che hai visto. Gli occhi del paziente che non ce l’ha fatta non si cancellano, ti rimangono addosso, ti rimangono dentro e li puoi vedere, se solo ti fermi.

Le parole della figlia di un paziente che sai che morirà, di lei che ti chiede solo di poter dire al padre che tutti gli vogliono bene e che non lo dimenticheranno non te le scrolli di dosso e allora ti chiedi come possa tornare tutto come prima.
Una specializzanda, nel suo piccolo #nonsiamoeroi #nonsiamoinvincibili ma ci mettiamo il cuore

#stateacasa e non dimenticate quello che di buono stiamo imparando ♥️

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore