L’ultimatum di Sala dopo la folla sui Navigli: “Pronto a chiuderli, Milano deve tornare a lavorare”

Il sindaco Beppe Sala promette provvedimenti nel caso in cui le cose non dovessero cambiare.

Navigli in fiore

«Milano ha bisogno di tornare a lavorare. Non è un vezzo. Non permetterò che quattro scalmanati senza mascherina, uno vicino all’altro, mettano in discussione tutto ciò».

Va all’attacco di chi ieri ha preso d’assalto i Navigli il sindaco di Milano Beppe Sala. Le immagini di una delle zone più famose della movida milanese che ieri erano piene di persone, ammassate e con le mascherine calate hanno fatto il giro del mondo. Così stamattina il sindaco ha dato l’ultimatum ai milanesi.

«Potevamo essere inconsapevoli mesi fa, ma ora no -ha detto in un video postato sulla sua pagina Facebook-.  O le cose cambiano oggi o io domani prenderò provvedimenti: chiudo i navigli o chiudo l’asporto. Poi lo spiegate voi ai baristi». 

Sala ha ribadito che già da oggi aumenteranno i controlli nell’area ma che «non è un guardia e ladri, non è un gioco. Non possiamo permettercelo». E per questo «io non permetterò che l’1% dei milanesi metta a rischio il 99%», quelli che ciò stanno rispettando le regole.

Un ultimatum

Un ultimatum

Pubblicato da Beppe Sala su Venerdì 8 maggio 2020

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Generazione CAZZEGGIO…..sale in zucca ZERO. Uscite di casa ma almeno LA MASCHERINA!!! Non capisco quale sia la difficoltà nel rispettare questa semplice regola. Spegnete i social ed accendete di più il cervello….

Segnala Errore