Il Nido è spento, ma il mio cuore rimane acceso

Il racconto di Rita: "Ogni giorno i bambini del Nido sono nei miei pensieri perché , per esistere, hanno proprio bisogno che chi si occupa di loro e chi decide per loro, li abbiano bene in mente, ma soprattutto nel cuore"

Asilo nido La Cicogna

Raccontaci il tuo vissuto nelle giornate della pandemia. Puoi farlo qui
Finora abbiamo pubblicato diversi contributi di tante persone.

Di seguito la storia di Rita.

Sono Rita, educatrice di un Asilo Nido comunale e vorrei lasciarvi una riflessione su questo periodo.

Il Nido è chiuso.

Ormai da tre mesi… Tutto spento…ma io a fatica ho cercato di rimanere accesa e di mantenere vivi i rapporti con i bambini e le famiglie che abitano il mio Nido.

Mi sono organizzata in modo nuovo, appoggiandomi alla poca tecnologia che conosco e ad una chat di gruppo creata dai genitori… l’unico appiglio per continuare le relazioni con i bambini.

Ho avuto momenti di sconforto, ho pianto, mi sono arrabbiata, ho portato all’esasperazione i miei figli, il mio compagno per cercare di far capire che quello per cui avevo  lavorato una vita non poteva e non doveva terminare … ma non mi sono mai lasciata spegnere da questo virus. E’ stato ed è molto difficile continuare quello che come Nido abbiamo sempre fatto… a me manca tutto: sguardi, coccole,  capricci, contatti  ravvicinati, sorrisi, le poche parole scambiate alla mattina con i genitori che di corsa andavano al lavoro, gli sguardi d’intesa al pomeriggio con le nonne  e i nonni che riportavano a casa i nipotini. Cerco di prendermi cura a distanza delle persone, dei bambini e delle loro famiglie e ho riscoperto legami profondi a cui prima , presa dalla fretta e dalla solita routine, prestavo poca attenzione.

Il Nido è spento, ma il mio cuore rimane acceso.

Le famiglie mi hanno subito stupito: tutte hanno risposto con entusiasmo sulla chat, ci hanno subito supportato anche con nuove idee educative e da subito  hanno aperto la porta della loro casa per continuare quella relazione per noi così importante con i loro bambini… siamo entrate virtualmente in punta di piedi come persone di famiglia.

Il mio desiderio di stare ed esserci con i bambini in questo modo continua.

Ogni giorno i bambini del Nido sono nei miei pensieri perché , per esistere, hanno proprio bisogno che chi si occupa di loro e chi decide per loro, li abbiano bene in mente, ma soprattutto nel cuore.

Rita Terzaghi, Sesto Calende

 

SCRIVICI LE TUE MEMORIE, LE TUE EMOZIONI, I TUOI PENSIERI IN QUESTO PERIODO DI CRISI

di
Pubblicato il 28 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore