Maccagno, il cantiere sulla statale è a un quarto dell’opera

Continuano i lavori per la sostituzione delle solette ammalorate. La data di consegna dei lavori rimane sempre il 21 ottobre 2020

Avarie

A febbraio lo stato di avanzamento dei lavori era al 17,98% del totale. Oggi, a giugno inoltrato, siamo al 23,13%.

Si lavora al cantiere sulla strada statale 394 fra Luino e Maccagno fra il chilometro 37 e 38 e 100 per la sostituzione delle solette in calcestruzzo ammalorate.

La presa in carico dei lavori da parte delle aziende che stanno eseguendo le opere – all’ATI Civelli Costruzioni – Consorzio Stabile 3M Difesa Ambiente e Territorio – Mosconi – è avvenuta lo scorso autunno in un clima di grande preoccupazione da parte dei residenti e degli operatori economici per via delle restrizioni di carico legate alla portata del manufatto, ad oggi percorribile entro le 7,5 tonnellate con deroghe speciali per alcuni soggetti.

Si tratta di uno fra gli interventi di manutenzione più corposi attivati da Anas in Lombardia in termini di investimento e consentirà di risanare e rinforzare in maniera sostanziale i quattro viadotti, per una lunghezza complessiva di circa 1,2 chilometri, la cui costruzione risale agli anni ’60.

Il progetto di intervento consiste nella demolizione e completa ricostruzione della soletta esistente tramite calcestruzzo ad alta resistenza, il rinforzo degli impalcati con strutture in fibra di carbonio e il ripristino delle superfici di rivestimento delle pile e delle fondazioni.

Il cantiere ha avuto uno stop di 17 giorni a causa del lockdown: i lavori si sono fermati da sabato 14 marzo al primo di aprile.

Ad oggi sono in corso i lavori sui primi lotti dell’intervento e la data di completamento dell’opera non è variata: 21 ottobre 2020.

I lavori, per un importo di diversi milioni di euro vennero annunciati nell’ottobre 2019 da Anas che specificò la durata complessiva dell’intervento, in 400 giorni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore