Statale 394: un centinaio i mezzi pesanti che potranno passare dal cantiere

Lo dice l'ordinanza di Anas approvata giovedì: 99 le targhe "in deroga". I semafori sono stati posizionati sul giallo lampeggiante

Avarie

«Anche oggi, venerdì 18 ottobre, continuano sulla S.S. n.394 V.O. i lavori di posa della segnaletica di cantiere. I semafori sono, al momento, ancora lampeggianti; traffico regolare. (aggiornamento di venerdì 18/10/19 ore 13.10)».

Anche i Comuni imparano l’aggiornamento in “real time“, che serve per tenere monitorati lavori e scadenze.

Quello di Maccagno con pino e Veddasca ha attivato una pagina web che di giorno in giorno contiene nuovi aggiornamenti sul cantiere lungo la statale 394 che vedrà il rifacimento di 4 viadotti da qui ai prossimi 400 giorni per 9 milioni di spesa.

Dunque secondo l’ultimo aggiornamento i semafori, come prospettato ieri, sono ancora sul “giallo“ e verranno attivati con ogni probabilità martedì prossimo.

Di ieri invece la notizia che è stata emessa l’ordinanza con la quale ANAS ha istituito, con decorrenza dalle ore 7 del 17/10/2019 fino alle ore 20 del 21/10/2020 il senso unico alternato mediante impianto semaforico su SS. 394 del Verbano Orientale dal Km 37+950 al Km 38+600.

Nel testo dell’ordinanza figura l’elenco dei mezzi pesanti non oltre le 20 tonnellate che potranno passare da cantieri, in deroga al limite delle 7,5 tonnellate che vale per tutti gli altri mezzi che non figurano nell’elenco.

Quali sono i mezzi che potranno passare?

Pullman di Autolinee Varesine (14 mezzi), Acsm.Agam (acquedotto), il pronto intervento Enel (17 camion), Metanifera (gas 6 mezzi), Econord (rifiuti, 22 mezzi), i mezzi per qualche azienda agricola della zona, quelli di rifornimento dei supermercati, carburanti e imprese del territorio.

In tutto 99 mezzi fra le 7,5 e le 20 tonnellate. 

L’Anas S.p.A. si riserva la facoltà di impartire, durante l’esercizio dei lavori, a mezzo del personale addetto alla tutela e sorveglianza della strada qualsiasi ulteriore prescrizione che dovesse ritenersi necessaria ai fini della
circolazione veicolare e della conservazione del corpo stradale“, si legge nell’ordinanza.

“Tutta la segnaletica dovrà essere conforme a quanto previsto dal Codice della Strada e dal Decreto Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 22 luglio 2002, e dovrà essere apposta e mantenuta costantemente in efficienza dall’Impresa Civelli Costruzioni s.r.l., che resta unica responsabile, sia in sede civile che penale per danni arrecati a terzi e cose in dipendenza di difetto o inefficienza della segnaletica sollevando l’ANAS S.p.A. ed il personale da essa dipendente da qualsiasi pretesa e molestia anche giudiziaria“

CANTIERE STATALE 394 TUTTI GLI ARTICOLI

di andrea.camurani@varesenews.it
Pubblicato il 18 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore