Quantcast

Il Covid19 a Varese dimezza i matrimoni (e azzera quelli religiosi)

I dati dei matrimoni nel 2019 e nel 2020 mostrano gli effetti del covid sulle cerimonie: con diverse conferme e alcune sorprese

matrimonio covid

Il covid19 ha dimezzato i matrimoni a Varese nei primi sei mesi dell’anno, e li farà diventare un terzo rispetto all’anno scorso nei prossimi sei mesi, facendo scendere il numero dei matrimoni da 288 dell’anno scorso ai 121 previsti per il 2020.

Un dato atteso che, visto nei particolari, riserva però diverse sorprese: come il quasi totale azzeramento delle cerimonie religiose per tutto l’anno 2020: se ne celebreranno 6, contro i 101 dell’anno scorso.

Meno consistente la diminuzione dei matrimoni civili, che non è nemmeno della metà: sono passati infatti dai 187 dell’anno scorso ai 115 previsti per quest’anno.

MATRIMONI PRE E POST COVID: I DATI NEI PARTICOLARI

Nel semestre gennaio/giugno del 2019 i matrimoni civili celebrati sono stati 117, di cui 40 religiosi. I matrimoni civili celebrati a Varese sono stati in tutto 77 di cui 54 unioni tra residenti a varese e 23 tra non residenti.

Nel semestre gennaio giugno 2020 il numero di matrimoni scende a 56, quindi si dimezza: ma ancora piu significativo è il dato scorporato: i matrimoni civili tra residenti a Varese sono stati infatti 46, un dato solo di poco inferiore all’anno precedente. Crollano invece i matrimoni civili organizzati in città da non residenti (7 contro i 23 del 2019) e quasi si azzerano i matrimoni religiosi, passati dai 40 dell’anno scorso ai 3 di quest’anno.

Un dato che si amplifica ulteriormente nelle previsioni dei prossimi mesi: se nel semestre luglio/dicembre 2019 i matrimoni celebrati sono stati 171, di cui 61 religiosi, 27 civili tra non residenti in città e 67 civili tra residenti, nel semestre appena iniziato, da luglio a dicembre 2020, i matrimoni scendono a 65, quindi a quasi un terzo delle cerimonie dell’anno scorso: nel secondo semestre i matrimoni civili tra residenti quasi si dimezzano (49 contro gli 83 dell’anno scorso), come i matrimoni civili tra non residenti, che passano da 27 a 13, ma aumentano rispetto ai 7 del primo semestre. I matrimoni religiosi continuano a restare pressocchè a zero: 3 contro i 61 dell’anno scorso.

In compenso, pochi sono stati i totali annullamenti: sono 9, di cui 3 previsti nelle ville. 38 matrimoni sono stati invece spostati al 2021, 5 dei quali nelle ville.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 06 agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore