Elezioni a Saronno, il Movimento 5 Stelle consiglia l’astensione ai propri elettori

Luca Longinotti, candidato sindaco pentastellato che ha raggiunto 835 voti pari al 4.45%, fa un'analisi del voto del primo turno e afferma: "Assisteremo agli sviluppi di quello che qualcuno ha definito “un minestrone politico”, un “mappazzone”, un “ingarbugliamento”"

Luca Longinotti

In molti si chiedevano che fine avesse fatto il Movimento 5 Stelle di Saronno, in silenzio dal martedì post primo turno elettorale. La risposta è contenuta in un comunicato stampa a firma Luca Longinotti, candidato sindaco pentastellato che ha raggiunto 835 voti pari al 4.45%.

TUTTO SULLE ELEZIONI A SARONNO

«Molti elettori si saranno chiesti quale fosse la posizione del M5S nella fase post elettorale in vista dell’imminente ballottaggio – esordisce così Luca Longinotti a nome del gruppo 5 Stelle e della lista che ha sostenuto la sua candidatura a Sindaco di Saronno, e prosegue – qualcuno potrebbe aver interpretato il nostro silenzio come una sorta di “assenza” dallo scenario politico che andava delineandosi ma così non è – chiarisce Longinotti – il nostro gruppo non è mai stato così attivo come in questi giorni. Abbiamo portato a termine con grande soddisfazione personale una campagna elettorale difficile ma con un programma innovativo e dinamico per quella Saronno aperta che avremmo voluto restituire ai cittadini, i numeri non ci hanno premiati e forse neppure quella coerenza e quell’onestà che ci contraddistingue».

«In questi giorni abbiamo osservato attentamente gli “spostamenti” delle varie forze politiche da una parte all’altra di una “scacchiera virtuale” in un gioco di accordi e disaccordi, proposte disattese, promesse mancate nei confronti dell’elettorato. Ci siamo trovati spiazzati e increduli come la maggior parte dei cittadini che hanno visto il loro voto spostarsi impietosamente dalla parte opposta alla quale era stato indirizzato. Abbiamo visto figure, che hanno improntato un’intera campagna elettorale sul valore della loro autonomia e indipendenza da qualunque accordo di ballottaggio, scendere a patti voltando le spalle a migliaia di elettori. La posta in un gioco normale sarebbe dovuta essere “uno scacco al re”, assistiamo invece alla totale disfatta del valore del voto elettorale. Quell’aria di grande cambiamento che Saronno sperava di poter respirare si traduce nella solita replica di una vecchia politica che torna in campo con gli stessi schemi, le stesse promesse, e probabilmente le stesse conseguenze di sempre – prosegue la nota di Longinotti -. Il M5S ha proposto un grande cambiamento con un programma agile e aperto alla partecipazione cittadina, abbiamo parlato di cambiamenti proprio nel momento in cui il taglio di 345 parlamentari dimostrava che alle parole seguono i fatti per ciò che ci riguarda, perché alla fine le promesse sbandierate e non mantenute ti presentano il conto e si pagano. La nostra posizione oggi è di massima solidarietà nei confronti di un elettorato “tradito” e beffato che potrebbe anche ritrovarsi a rivivere altri cinque anni identici ai precedenti, e di questo qualcuno dovrà assumersene la responsabilità. Noi resteremo vigili e non faremo sconti, se pur fuori dai giochi, orgogliosi di ritrovarci unica forza politica realmente libera, coerente e svincolata da ogni compromesso. Può darsi che tutto questo oggi non venga colto come vorremmo, ma i cittadini non dimenticano, e non è nostra intenzione che accada. Assisteremo agli sviluppi di quello che qualcuno ha definito “un minestrone politico”, un “mappazzone”, un “ingarbugliamento” ma solo per citare alcuni dei commenti che girano in queste ore. Vedremo se il tempo ci darà ragione, ma soprattutto se ripagherà con la stessa moneta. Il nostro suggerimento di voto agli elettori del M5S è pertanto “Astensione”, ma ognuno sarà comunque libero di seguire la propria coscienza».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore