Alfieri (Pd): “Covid, dati allarmanti in provincia di Varese. Servono misure più restrittive”

Il senatore varesino teme per la tenuta del sistema sanitario: "Fontana faccia tesoro degli errori fatti questa primavera e senta subito le principali istituzioni del territorio"

coronavirus

La crescita della pandemia mostra dati sempre più allarmanti nel Varesotto e il senatore del Pd Alessandro Alfieri chiede un nuovo giro di vite per il territorio: «Il presidente Fontana non tentenni ulteriormente, servono misure più restrittive in provincia di Varese».

«Nel giorno in cui in Italia si superano i 30.000 contagi e a Varese si registrano oltre 800 nuovi casi, dopo settimane di richieste Ats Insubria ci ha fatto sapere che nella nostra provincia la percentuale tra tamponi fatti e positivi è del 24%. Uno su quattro – spiega il senatore varesino – Insieme a Monza si tratta del dato più alto in Lombardia. Il nostro sistema sanitario non può reggere ancora per molto questa pressione. Non c’è più tempo da perdere. Fontana faccia tesoro degli errori fatti questa primavera e senta subito le principali istituzioni del territorio per decidere misure più restrittive e lockdown mirati».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore