Coronavirus: i nuovi positivi sono 920 nel Varesotto, 7.339 in Lombardia dove sale il numero di morti e terapie intensive

I ricoveri per Covid in Lombardia sono aumentati di 283pazienti, le terapie intensive di 53 in un solo giorno un balzo del 18% in più

Il Covid Hub dell'ospedale di Varese

Secondo il report sulla diffusione del contagio di Regione Lombardia di giovedì 29 ottobre risultano 920 nuovi casi di cittadini positivi a SarsCov-2 nel Varesotto. In provincia si contano anche 4 decessi.

Ti stai chiedendo dove troviamo i dati di questo bollettino? Come mai non diciamo quanti tamponi fanno a Varese? Perché non comunichiamo quanti sono gli asintomatici? Sei convinto che “facciamo terrorismo”? Forse è meglio se prima di proseguire nella lettura leggi tutte le FAQ sul bollettino serale dei contagi


DATI PRINCIPALI
Nuovi tamponi positivi in provincia di Varese: +920
Nuovi positivi in Lombardia: +7.339
Nuovi ricoveri per Covid in Lombardia: +283
Nuovi ricoveri in terapia intensiva: +53 (in un solo giorno un balzo del 18% in più)

RICOVERI: I numeri sui nuovi contagi sono a questo punto poco più che un indicatore che sarà opportuno osservare soltanto per capire se i recenti provvedimenti introdotti avranno avuto un effetto e se ci sarà bisogno di introdurne altri. I numeri ai quali fare grandissima attenzioni sono ormai quelli relativi ai ricoveri ospedalieri. Emblematico dell’andamento della situazione è quel +53 dei pazienti ricoverati in terapia intensiva in Lombardia che porta il dato complessivo a fare un balzo in un solo giorno del 18% a 345.

ANALISI DEI DATI: Il dato sui positivi di oggi conferma una crescita esponenziale del numero di contagi rilevati attraverso i test dei tamponi e, seppur molto alto, si riporta in linea con la quantità di analisi comunicati giorno per giorno durante le settimane precedenti. Dal grafico seguente, che visualizza le singole comunicazioni quotidiane sui nuovi positivi (le barre) e la media mobile a 7 giorni (la linea), si comprende meglio come i dati comunicati ieri siano stati determinati dai ritardi dei due giorni precedenti e di quanto sia inopportuno commentare il loro andamento giorno per giorno. Purtroppo la loro tendenza è chiara e resterà tale fino a quando non intervengono cambiamenti tali da condizionare il comportamento delle persone. Nei dati disponibili fino ad oggi non è ancora possibile osservare l’effetto che possono aver avuto i provvedimenti adottati settimana scorsa (dal 22 ottobre il coprifuoco lombardo e dal 26 il nuovo Dpcm). Sarà necessario attendere ancora per capire la loro efficacia.

TERAPIE CON PLASMA: In un’intervista a Varesenews il il professor Grossi, Direttore delle Malattie Infettive dell’Ospedale di Circolo e professore dell’Università dell’Insubria, annuncia la ripresa delle sperimentazioni con il plasma iperimmune. Una sperimentazione che era stata sospesa dopo il calo drastico di casi a livello nazionale. Si tratta di somministrare il plasma ricco di anticorpi ai pazienti, volontari, nella fase iniziale della malattia quando c’è un’elevata replicazione virale LEGGI QUI.

Andamento settimanale dei tamponi positivi in provincia
Vista l’oscillazione del numero di tamponi comunicati quotidianamente, che non è mai uniforme nei giorni della settimana, abbiamo costruito una visualizzazione che permette di confrontare i dati comunicati giorno per giorno con quelli degli stessi giorni della settimana precedente. In provincia di Varese quelli comunicati tra lunedì e giovedì della settimana scorsa erano 1131 questa settimana sono 3190. È il 182% in più.

Nella regione Lombardia il numero dei tamponi comunicato oggi è di 42.684. I nuovi positivi sono 7.339, per una percentuale in lieve calo, rispetto a ieri, pari al 17,1%. In lombardia i cittadini attualmente positivi al virus sono 67.884 (+6.478)

I dati di giovedì 29 ottobre in Lombardia

– i tamponi effettuati: 42.684, totale complessivo: 2.850.943
– i nuovi casi positivi: 7.339 (di cui 242 ‘debolmente positivi’ e 45 a seguito di test sierologico)
– i guariti/dimessi totale complessivo: 92.567 (+804), di cui 3.879 dimessi e 88.688 guariti
– in terapia intensiva: 345 (+53)
– i ricoverati non in terapia intensiva: 3.355 (+283)
– i decessi, totale complessivo: 17.414 (+57)

dati lombardia

L’andamento delle terapie intensive e dei ricoveri in Lombardia

Nuovi casi nelle province lombarde

Milano: 61.851 (+3211) di cui 1.393 a Milano città
Brescia: 20.535 (+382)
Bergamo: 17.763 (+135)
Monza e della Brianza: 15.850 (+930)
Pavia: 9.358 (+317)
Como: 8.345 (+573)
Cremona: 8.235 (+138)
Mantova: 5.449 (+105)
Lodi: 5.061 (+93)
Lecco: 4.801 (+141)
Sondrio: 2.587 (+176)
Varese: 12.422 (+920)

Aumenti nei 10 comuni con più contagi

Busto Arsizio 1177 casi totali da inizio anno +66 rispetto a ieri
Varese 1052 casi totali da inizio anno +87 rispetto a ieri
Gallarate 781 casi totali da inizio anno +59 rispetto a ieri
Saronno 739 casi totali da inizio anno +46 rispetto a ieri
Caronno Pertusella 343 casi totali da inizio anno +26 rispetto a ieri
Malnate 299 casi totali da inizio anno +16 rispetto a ieri
Tradate 322 casi totali da inizio anno +16 rispetto a ieri
Somma Lombardo 280 casi totali da inizio anno +19 rispetto a ieri
Laveno Mombello 261 casi totali da inizio anno +6 rispetto a ieri
Cassano Magnago 265 casi totali da inizio anno +25 rispetto a ieri

Numero di cittadini positivi nei comuni del Varesotto

Mappa costruita sulla base delle comunicazioni dei sindaci. I dati sono inseriti dalla redazione manualmente e dunque possono non essere sempre aggiornati.

I dati in Italia

Casi totali – Attualmente positivi – incremento giornaliero

Lombardia: 177.865 (67.884) (+7.339)
Piemonte: 65.030 (27.891) (+2.585)
Emilia-Romagna: 52.038 (19.713) (+1.545)
Veneto: 51.244 (23.626) (+2.109)
Campania: 48.885 (37.704) (+3.103)
Lazio: 41.887 (29.712) (+1.995)
Toscana: 38.958 (23.970) (+1.966)
Liguria: 26.541 (7.936) (+1.018)
Sicilia: 19.822 (12.745) (+789)
Puglia: 17.069 (10.002) (+716)
Marche: 13.095 (5.136) (+686)
Abruzzo: 9.674 (5.444) (+482)
Friuli Venezia Giulia: 9.610 (4.108) (+468)
Umbria: 8.967 (5.571) (+694)
Sardegna: 8.808 (5.566) (+282)
P.A. Trento: 8.526 (1.621) (+173)
P.A. Bolzano: 7.485 (4.217) (+298)
Calabria: 4.625 (2.714) (+225)
Valle d’Aosta: 2.981 (1.584) (+178)
Basilicata: 1.987 (1.256) (+86)
Molise: 1.498 (791) (+94)

I dati in Piemonte

Piemonte, i nuovi positivi sono 2585. Oltre 140 i nuovi ricoveri

Insorgenza di sintomi nei positivi: casi degli ultimi 30 giorni in Italia

Come noto siamo in una fase nella quale i positivi al virus spesso emergono nell’ambito di campagne sierologiche, controlli dei contatti e in caso di rientro dall’estero. Questo fa emergere un numero di positivi privo di sintomatologia molto più alto rispetto a quanto avveniva durante la prima ondata di SarsCov-2 quando i tamponi veniva fatti soprattutto a persone che presentavano una sintomatologia evidente. Il grafico seguente è elaborato da Epicentro.iss.

di tomaso.bassani@varesenews.it
Pubblicato il 29 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Leggendo queste cifre mi vengono in mente le parole di Angela Merkel, una vera leader politica a differenza dei nostri pagliacci da avanspettacolo, una delle poche persone che mette da parte il buonismo ipocrita che ci circonda e dice le cose come realmente stanno:
    «Arrivati a questo punto le chiusure sono l’unica scelta: avremmo dovuto agire prima, ma per i cittadini non sarebbe stato facile accettarlo. Hanno bisogno di vedere i letti degli ospedali pieni…». ….e la fila di bare aggiungo io.
    Se non vedono, non credono e pur vedendo continuano a dubitare.
    Come responsabilità personale e senso civico siamo agli albori di quello che dovrebbe essere una democrazia evoluta.

Segnala Errore