Openjobmetis, un derby da vincere per continuare a volare

Domenica 11 (ore 20,45) Varese ospita Cantù alla Enerxenia Arena e ritrova capitan Ferrero. Si affrontano il coach più stagionato (Pancotto) e quello più "fresco" (Bulleri). Diretta su Varesenews

Supercoppa: Openjobmetis Varese - A. San Bernardo Cantù 84-77

Povere ma belle, almeno nei primi scampoli di campionato, Varese e Cantù si sono date appuntamento a Masnago per una “prima serata” di domenica (ore 20,45) che promette scintille sul terreno di gioco. Il derby sarà terreno di battaglia per due squadre motivate e cariche a puntino: la Openjobmetis padrona di casa è a punteggio pieno dopo due partite e vuole continuare a veleggiare là in alto, dove l’aria garantisce buone sensazioni; l’Acqua San Bernardo ha due punti in classifica ma la sconfitta all’esordio poteva essere messa in conto (a Bologna, sponda Virtus) mentre il secondo match ha portato con sé un successo utile contro una Pesaro coriacea.

Insomma, la 146a sfida diretta tra biancorossi e brianzoli si preannuncia interessante, anche per via del curioso confronto tra i due uomini che si siedono in panchina: da un lato Massimo Bulleri – alla prima stagione con due partite allenate in carriera – e dall’altra Cesare Pancotto che di campionati ne ha vissuti 22, dirigendo la bellezza di 629 gare dalla tolda di comando. Una sorta di scontro generazionale tra chi ha visto tutto e chi invece ha tutto da scoprire, che è un’ulteriore iniezione di interesse per quanto avverrà sul campo della Enerxenia Arena.

Peccato che la capienza sarà ancora limitata a 700 posti, e d’altra parte – visto il momento – anche questa soluzione va tenuta stretta: gli altri palpiteranno da casa, sapendo che non è la stessa cosa, consci però che vincere il derby è bello anche a distanza. Le due formazioni si conoscono già, visto il doppio confronto di Supercoppa con una vittoria (interna) per parte. Gare che hanno sottolineato come Cantù può diventare pericolosa quando ha spazio sufficiente per colpire da tre grazie a mani calde come quelle di Smith, Woodard o Leunen, i “tre tenores” che formano la principale ossatura della San Bernardo.

La Openjobmetis dal canto suo ha capito di avere più di una freccia al proprio arco, specie se gente come De Vico o Strautins ripeterà gli eroismi recenti e se chi – Jakovics o Andersson – fino a oggi non ha del tutto convinto, aggiungerà il proprio contributo. Poi naturalmente ci sono Douglas – duello affascinante con i già citati Smith e Woodward – e Scola che troverà un Kennedy volenteroso e pimpante a rendergli più difficile la serata. E infine Giancarlo Ferrero, pronto a rientrare dopo lo stop per “tampone positivo” fortunatamente rientrato nel giro di pochi giorni.

Massimo Bulleri basket

COACH TO COACH

Massimo Bulleri (Openjobmetis Varese) – «La settimana è stata intensa e ho avuto grande disponibilità da parte dei ragazzi anche se si è notata l’assenza di Ferrero: voglio ringraziare Piccoli e Colombo che sono stati super. Per il resto ho visto concentrazione ed impegno nell’eseguire tutte le nostre richieste Le due partite disputate in Supercoppa possono darci spunti interessanti ma alla fine ogni gara fa storia a se, a maggior ragione quando si parla di derby. Cantù ha grandi margini di miglioramento visto che il loro roster è formato da ragazzi giovani, sia italiani che stranieri, ma anche da due veterani del nostro campionato come Smith e Leunen, un mix molto interessante. Questo è il mio primo derby da allenatore ma cerco di approcciare ogni partita nello stesso modo: non è una gara come le altre ma l’abbiamo preparata con la stessa lucidità delle precedenti».
LA DOMANDA DI VN –  Pancotto allena in A da 22 anni, lei è alla terza presenza: sensazioni a riguardo? «Per Pancotto nutro grande stima e una profonda ammirazione per il percorso che ha fatto fino ad oggi. Quella di domenica, però, è una partita che esula da quello che è stato il passato e quello che sarà il futuro. Spero che la mia voglia di emergere, di affermarmi e di crescere possa in qualche modo colmare il gap che c’è tra il numero delle sue panchine e le mie».

Cesare Pancotto (Acq. S. Bernardo Cantù) – «Ci attende una partita di grande fascino. Affrontiamo Varese che è meritatamente capolista dopo due vittorie contro squadre importanti, ritengo che Bulleri sia molto bravo e che sia entrato in punta di piedi, portando la sua identità e dando continuità a una squadra che era già allenata: c’è del suo in quello che sta facendo Varese adesso. La Openjobmetis non è solo un immenso Scola: ha avuto cinque giocatori in doppia cifra, alte percentuali, presenza sul perimetro, buon impatto in area e forte a rimbalzo. Dunque sarà una gara che dovremo affrontare con grande consistenza e concentrazione: dovremo farci trovare preparati e sarà indispensabile avere energia perché giocheremo contro una squadra che ne ha molta».

DIRETTAVN

Il derby di Masnago sarà raccontato in diretta, minuto per minuto, azione per azione da VareseNews attraverso il consueto liveblog, già avviato venerdì pomeriggio con notizie, curiosità e con il sondaggio-pronostico. I lettori possono intervenire scrivendo nello spazio commenti o usando l’hashtag #direttavn su Twitter o Instagram. Per accedere al live, CLICCATE QUI.

OPENJOBMETIS VARESE – ACQ. S. BERNARDO CANTÙ

Varese: 3 Morse, 4 Scola, 5 De Nicolao, 7 Jakovics, 10 Ruzzier, 11 Andersson, 19 De Vico, 21 Ferrero, 23 Douglas. All. Bulleri.
Cantù: 1 Thomas, 2 Smith, 3 Kennedy, 8 Woodard, 9 Procida, 10 Leunen, 11 La Torre, 22 Johnson, 23 Bayehe, 25 Baparapé, 32 Pecchia. All. Pancotto.
Arbitri: Rossi, Perciavalle, Belfiore.

SERIE A – LBA
ANTICIPI: V. Bologna – Cremona 92-95; F. Bologna – Trento 91-70
CLASSIFICA: Milano, Venezia, Trieste, V. Bologna*, VARESE 4; Brindisi, Sassari, Reggio Em., Cantù, Treviso, Roma, F. Bologna*, Cremona* 2; Brescia, Trento*, Pesaro 0.
* una partita in più

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 10 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore