Varese: via libera per intervenire sulla ex dogana di Via Peschiera

Firmata a Palazzo Estense la delibera di Giunta che permette di intervenire sull'incrocio di Valle Olona: previsti un nuovo marciapiede, lo spostamento di una cabina e l'allargamento della sede stradale

Generico 2018

È stata firmata a Palazzo Estense la delibera di Giunta per il progetto di suolo che interessa la ex dogana di via Peschiera, una convenzione tra il Comune e la società proprietaria dell’area che prevede la realizzazione di opere di riqualificazione per un valore di oltre un milione di euro. Un progetto di cui avevamo parlato in QUESTO articolo nello scorso gennaio, che si avvicina quindi in maniera significativa a diventare realtà.

Un intervento che permetterà, tra l’altro, anche l’allargamento della sede stradale attraverso la demolizione di un edificio esistente, la realizzazione di un nuovo muro di sostegno e della relativa recinzione e la formazione di un marciapiede, oltre allo spostamento della attuale cabina elettrica. Il fabbricato in via di parziale demolizione è quello che costeggia via Peschiera a partire dall’incrocio con via Dalmazia; le aree utili all’allargamento (circa 270 metri quadrati) saranno cedute al Comune in via gratuita. Sempre a carico della società proprietaria della ex dogana, verrà realizzato un nuovo marciapiede di 120 metri quadrati di superficie sul lato opposto della carreggiata.

All’incrocio tra via Dalmazia e via Peschiera verrà infine realizzato un attraversamento pedonale con adeguata segnaletica e verrà spostato e sostituito l’impianto semaforico. Opere il cui valore totale, senza considerare l’imposta sul valore aggiunto, è di poco superiore il milione, più precisamente 1.003.852 euro.

«Un intervento che ci consentirà di migliorare la viabilità, di aumentare la sicurezza pedonale e di valorizzare uno spazio importante della nostra città – è il parere di Davide Galimberti, sindaco di Varese – Parliamo di un passaggio interessato da un importante flusso di veicoli, sia di mezzi pesanti sia di automobili; uno snodo che, complice anche la vicina scuola, è diventato sempre più centrale non solo per il quartiere di Valle Olona».

Sull’argomento interviene anche Francesca Strazzi, assessore con delega ai quartieri: «L’ex dogana si aggiunge ai tanti interventi che negli ultimi anni hanno visto Varese tornare a valorizzare diverse aree dei propri rioni e delle proprie castellanze. Opere che hanno lo scopo di rendere la città sempre più viva, vivibile e attenta alle esigenze di chi la abita. Dando il via libera ai lavori della ex dogana riusciamo a rendere più sicuro uno snodo viario importante di Valle Olona, con una particolare attenzione per chi si sposta a piedi».

Nicoletta Ballerio, presidente del Consiglio di quartiere di Valle Olona e San Fermo, conferma la propria soddisfazione: «Via Peschiera per noi è un noto molto importante perché resta interessata ogni giorno dal passaggio di numerose auto e di camion. Il progetto rende più sicuro l’incrocio, servirà a proteggere i pedoni grazie al nuovo marciapiede: sono opere di valorizzazione attese da tempo e che aumenteranno anche la vivibilità dell’intera Valle Olona».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.