Tentativo di rivolta nel carcere dei Miogni di Varese

Suppellettili distrutte e caos nel pomeriggio nel carcere varesino, dove sono giunti rinforzi di polizia penitenziaria, carabinieri e polizia di Stato. La situazione è rientrata in serata

Generica 2020

Un principio di rivolta è avvenuto questo pomeriggio, venerdì 22 gennaio, nel carcere dei Miogni di Varese. 

Ancora poche le informazioni a disposizione ma da quanto si apprende da fonti sindacali le forti proteste dei detenuti sono partite nel pomeriggio quando sono stati distrutti gli arredi di alcune celle.

Non si segnalano feriti fra le forze di polizia penitenziaria presenti in quel momento nell’istituto di pena, né tentativi di evasione.

Sul posto sono stati fatti confluire reparti di carabinieri che si sono occupati di sorvegliare l’area perimetrale della casa circondariale, e agenti della polizia di Stato.

Sono stati attivati rinforzi di agenti di polizia penitenziaria dalle carceri milanesi di Opera e San Vittore. 

La situazione sembra essere rientrata in serata.

Gian Luigi Madonia, segretario regionale dell’Uspp (Unione Sindacati Polizia Penitenziaria) per la Lombardia spiega: «Sono stato raggiunto da molte telefonate, la mia prima preoccupazione è stata subito quella di rassicurarmi e rassicurare sulla salute dei miei colleghi. Ho notizia che nessuno per fortuna si è ferito gravemente  e nessun detenuto è riuscito ad evadere. La struttura pare sia stata letteralmente compromessa e attualmente l’istituto è al buio».

Nulla si conosce dei motivi che hanno scatenato la rivolta. «Al momento sono ignote le ragioni che hanno innescato l’evento. La situazione rientrata e adesso è sotto controllo, grazie al personale della polizia penitenziaria di Varese ed all’importante supporto operativo, giunto velocemente da parte del Provveditorato regionale con l’invio di un corposo contingente di pronto intervento. Ancora una volta la professionalità della polizia penitenziaria ha avuto ragione sulla condotta indisciplinata ed irresponsabile di coloro che, anziché attenersi alle norme ed alle regole interne, hanno il solo scopo di sovvertire il sistema».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.