Bilancio di previsione, asfaltature e allargamento del cimitero: i progetti di Lonate Pozzolo per il 2021

Il bilancio di previsione e il piano opere pubbliche del 2021-2023 di Lonate Pozzolo sono stati presentati nelle commissioni e verranno sottoposti al consiglio comunale di febbraio

piazza lonate pozzolo

Nelle commissioni Bilancio – finanza locale e Lavori pubblici di Lonate Pozzolo dei giorni scorsi sono starti presentati il bilancio di previsione e il piano opere pubbliche del 2021. Entrambi gli incontri si sono tenuti in videoconferenza.

Il bilancio di previsione e il piano opere pubbliche verranno portati nel prossimo consiglio comunale, lunedì 22 febbraio, e sottoposti alla votazione.

Il bilancio di previsione 2021

Il bilancio di previsione – presentato in commissione Bilancio e finanza locale lunedì 15 febbraio – per il 2021 comprende al suo interno 12 milioni 809.664 euro.

«Redigere un bilancio in piena pandemia non è mai facile, è stato fatto alla luce di quello che il mondo sta vivendo», ha spiegato l’assessore al Bilancio, Angelo Giuseppe Ferrario, «abbiamo cercato di fare un bilancio misurato e attento, prevedendo quelle che saranno meno le entrate».

Le entrate derivate dagli oneri di urbanizzazione «non sono state impiegate», ha motivato, «c’è grande incertezza, dato che queste risorse possono non entrare e abbiamo voluto fare un bilancio il più prudenziale possibile: abbiamo preferito che queste entrate ipotizzate indicate dall’ufficio vengano messe a fondo». Venendo ai numeri, le entrate in spesa corrente (titolo 1 e 3) ammontano a 9milioni 30.989 euro; per le entrate a titolo 4, invece, 728.500 euro.

Una riduzione drastica si è registrata sull’incasso sulle tasse d’imbarco, naturalmente a causa della crisi Covid che ha interessato l’aeroporto Malpensa: da 175mila a 35mila euro previsti per il 2021, 140mila euro in meno. Cala anche l’entrata Irpef (finoa 100mila euro), a causa delle difficoltà dei lavoratori.

Nel 2021 verranno destinati 900mila euro negli investimenti,«così necessari per l’Italia dato che creano lavoro a differenza dei sussidi. Verranno coperti integralmente con l’avanzo, insieme a 200mila euro per il rifacimento della segnaletica stradale: si tratta di 1 milione e 100mila euro in totale, il punto forte del bilancio», ha continuato l’assessore.

Inoltre, è stato confermato il bilancio partecipato (30mila euro), «vedremo con che modalità attuarlo dato che l’impossibilità di fare riunioni fisiche impone un ripensamento». Le spese correnti sono di 9milioni 618mila euro, quelle in conto capitale 1 milione 323mila euro circa.

«Questo bilancio di previsione è volutamente ipotizzato, come le entrate che – se entreranno – verrà deciso come verranno utilizzate. Bisogna avere fiducia e speranza che le cose vadano nell’esito sperato, abbiamo cercato però di non essere sicuramente ottimisti nel largheggiare e di essere prudenziali, perché credo che la tenuta dei conti sia importante e fondamentale per i nostri comuni», ha concluso Ferrario.

Il piano opere pubbliche 2021

L’assessore ai Lavori Pubblici Luca Perencin ha presentato il piano opere pubbliche del 2021 venerdì 12 febbraio, in commissione Lavori pubblici, urbanistica, gestione del territorio ed ecologia.

Sono quattro gli assi portanti del piano 2021. Il primo riguarda i loculi del cimitero: si tratta dell’aggiunta di 44 tombe a terra (di cui 22 a due posti, 22 a quattro posti), dal costo complessivo di 200mila euro. «Andranno a proseguire in direzione verso i loculi nuovi le 44 tombe, perché il Pgt cimiteriale prevede di realizzare quest’anno e nei prossimi di riempire quegli spazi e andare verso l’esterno. Al momento, con le opere previste, andiamo a coprire 44 tombe a terra», ha motivato Perencin.

Il secondo investimento è per i marciapiedi del quadrilatero di Lonate: «Bisogna rifare il tappetino usurato, con buche e microbuche al suo interno, e dove è possibile si adegueranno le barriere architettoniche dei vecchi ingressi ai cortili». L’opera più importante e impattante è il rifacimento di via Cavour; «rifacciamo la strada utilizzando un porfido di grandezza superiore, perché quello vecchio era stato scelto pensando a un attraversamento pedonale e non carrabile. Ha subito quindi prematuramente l’usura, poi, con gli anni, è naturalmente degradato. Il fatto però che il diametro non fosse adatto ha accelerato il deterioramento».

Quanto alle asfaltature, sono state selezionate delle strade su cui intervenire, «tra segnalazioni dei cittadini e da parte dell’ufficio comunale»: via Fiume, tratto via Matteotti – via Galvani, via Pirandello, via Del gregge, tratto di via Goldoni non interessato dalla rotatoria, l’inizio di via Ceresio, alcuni tratti di viale Ticino, via Montello e via Oberdan. 

«Questo è il piano di opere pubbliche pubbliche previste; anche l’anno scorso avevamo un piano di previsione, ma con il Covid e poi i finanziamenti ricevuti abbiamo implementato le opere pubbliche. Se arriveranno anche quest’anno i finanziamenti, oppure con il Recovery Plan, ci sarà la possibilità che alcune di queste opere vengano aggiunte o spostate in base ai finanziamenti», ha concluso Perencin.

Nicole Erbetti
nicole.erbetti@gmail.com

Per me scrivere significa dare voce a chi non la ha. Il giornalismo locale è il primo passo per un nuovo, empatico e responsabile incontro con il lettore. Join in!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.