Riapre il Cenacolo. Sarà più luminoso e più green

Da martedì 9 febbraio il capolavoro di Leonardo sarà aperto al pubblico. Nuovo allestimento illuminotecnico in autunno e una nuova centrale termica a bassa immissione

Riapre il Cenacolo

Luogo affascinante e ricco di bellezza, riapre al pubblico uno dei capolavori di Leonardo da Vinci a Milano. Il Cenacolo sarà di nuovo visitabile da martedì 9 febbraio 2021 con una nuova organizzazione di accesso in linea con l’emergenza sanitaria. L’ingresso ogni 15 minuti sarà ridotto a soli 12 visitatori alla volta (contro i 38) per garantire il distanziamento e l’audioguida sarà sostituita con la possibilità di scaricare una App gratuita ricca i contenuti che accompagnano la visita. Le prenotazioni saranno aperte ogni lunedì, tempi molto differenti dalla situazione normale quando erano necessari mesi di attesa. Il Museo sarà aperto dal martedì al venerdì dalle 9.45 alle 18.45 (ultimo ingresso).

Galleria fotografica

Riapre il Cenacolo 4 di 9

Il refettorio del convento domenicano di Santa Maria delle Grazie, che era il luogo dove i frati si incontravano per mangiare, pregare e meditare durante i loro pasti, accoglie il grande dipinto dell’Ultima Cena di Cristo tra i dodici apostoli di Leonardo lungo l’intera parete settentrionale di fronte alla enorme “Crocifissione” realizzata negli stessi anni da Donato Montorfano, opera importantissima da sempre oscurata dalla “celebrità” leonardiana, a breve restaurato grazie a un finanziamento del Mibact.

A partire dall’autunno il Cenacolo risplenderà anche di luce nuova grazie al nuovo allestimento illuminotecnico sponsorizzato da  iGuzzini su progetto di Massimo Iarussi. Si prevede di abbattere ulteriormente la quota di lux che si possono rivelare nocivi per la conservazione dell’opera di Leonardo e nel contempo di migliorare l’esperienza del visitatore, facendo comprendere meglio la complessità dell’ambiente e quelle che erano le sue funzioni in origine. Le decorazioni presenti saranno esaltate con discrezione in un percorso dove la luce diventerà filo conduttore del racconto.

Il Museo avrà anche una svolta green rinnovando il sistema impiantistico con una centrale termica e produzione di energia a pompa di calore, abbassando le emissioni e ottimizzando la produzione di energia. Anche questo progetto sarà realizzato con fondi Mibact.

Attenzione all’ambiente, dunque, ma anche ad una più ampia accessibilità. Il Museo del Cenacolo, ad esempio, per il 2021 sta perfezionando una convenzione con il carcere di Opera che ha come obiettivo quello di facilitare il reinserimento dei detenuti e di offrire a loro ed alle famiglie opportunità di avvicinarsi alla cultura attraverso il patrimonio collegato ad una delle opere più note e celebrate della pittura mondiale.

Le prenotazioni (obbligatorie) per il Museo del Cenacolo saranno attive da lunedì 8 febbraio: on line sul sito, scrivendo all’indirizzo cenacologruppi@adartem.it o direttamente presso la biglietteria del Museo, anche per il giorno stesso, dal martedì a venerdì dalle 9.30 alle 18.30.

Erika La Rosa
erika@varesenews.it

 

Ascolto le storie del mondo per conoscere il passato, vivere il presente e sognare il futuro. Scrivo per condividere le emozioni con il lettore che per me è il vero protagonista.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Riapre il Cenacolo 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.