Lega: “Il problema sicurezza a Varese esiste, anche se il vicesindaco non lo vede””

Lega in posizione critica con il vicesindaco Zanzi sugli argomenti della sicurezza a Varese

polizia locale varese piazza repubblica

Lega in posizione critica con il vicesindaco Zanzi sugli argomenti della sicurezza a Varese.

«Torniamo a parlare di sicurezza perché  i continui episodi di violenza e degrado ce lo impongono, ma anche spinti da quanto dichiara spesso a questo proposito il Vice Sindaco Zanzi – esordisce il Commissario della Lega varesina Cristiano Angioy Viglio – Il vicesindaco tende infatti a minimizzare problemi ormai evidenti a tutti i cittadini ed è comprensibile la strategia comunicativa dell’amministrazione: però di mera strategia si tratta, perché a furia di nascondere la cenere sotto al tappeto, i nodi vengono sempre al pettine. Zanzi parla spesso di  “Ragionare col cervello e non con la pancia”: astrattamente possiamo concordare ma aggiungiamo che dopo aver ragionato occorre pianificare idonee strategie ed agire. Tante parole abbiamo sentito, ma la situazione in Piazza Repubblica, in Via Vittorio Veneto e in zona stazioni , solo per citare alcune delle aree più problematiche, dimostra che di concreto poco è stato fatto. È un problema di sicurezza reale: qualora l’amministrazione non sia in grado di garantirla, valuti la possibilità di utilizzare l’esercito, come avviene in altre città».

Anna Saraceno, militante della Lega varesina e residente a Varese in via Morosini, commenta: «Vivo ormai quotidianamente con paura la realtà del centro e della zona Stazioni, assistendo spesso ad episodi violenti che ho diverse volte provveduto a segnalare e documentare con foto e video. Come cittadina non mi sento tutelata».

«La realtà dei fatti è incontrovertibile e la prova l’abbiamo ogni giorno dalla cronaca locale – commenta Stefano Angei, consigliere di quartiere della zona –  Non è possibile affermare con serenità che a Varese non esista un problema sicurezza, soprattutto in quest’area che, ricordiamo,  è nutrita di commercianti, già in difficoltà a causa del Covid. In Viale Milano troviamo tra l’altro servizi essenziali come il Giudice di Pace e le Poste. Non possiamo permettere il protrarsi di questa situazione di disagio e per questo ho ripresentato in consiglio di quartiere una proposta per istituire un presidio di forze dell’ordine e dove chiedo l’audizione del Vicesindaco Zanzi. Fa ben sperare che il nostro Candidato Sindaco Maroni, con la sua esperienza al Viminale, possa portare ad un deciso cambio di passo».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. frenand
    Scritto da frenand

    il vice sindaco é un esperto di alberi, non altro!

  2. Scritto da carlo196

    Lasciamo perdere la “speranza” di avere Maroni e, per andare più sul concreto, il consiglio che si può dare al vicesindaco è quello di far circolare a piedi, nelle zone più problematiche, i vigili urbani che a Varese sono più di 80 ma che praticamente non si vedono sulle strade se non, e raramente, sulle auto di servizio.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.