Flauti e clarinetti protagonisti del nuovo concerto del Puccini di Gallarate

Dopo la pausa pasquale torna la rassegna musicale “Virtuose e virtuosi in virtuale”, proposta da docenti e allievi del conservatorio

Generica 2020

Dopo le vacanze pasquali, la rassegna musicale “Virtuose e virtuosi in virtuale” a cura del Conservatorio “G. Puccini” di Gallarate riparte dalle classi di flauto e clarinetto: i Maestri Jessica Dalsant (flauto) e Enrico Baroni (clarinetto) presentano orgogliosamente i loro allievi.

Durante il concerto saranno proposte agli ascoltatori pagine del repertorio solistico dei due strumenti, dal barocco di Bach e Handel, attraverso una figura di passaggio come Franz Krommer, nell’Ottocento di Schubert, Rossini, Ernesto Cavallini (clarinettista, fratello del più celebre Eugenio, insieme a cui si formò al Conservatorio di Milano), Wihlelm Popp (compositore che si guadagnò persino l’appellativo di “Czerny del flauto”), fino a incursioni nel Novecento storico di Jacques Ibert e Paul Hindemith. Ad interpretarle, dieci giovani allievi del Puccini accompagnati al pianoforte dal M° Andrea Tamburelli.

Flauti – classe dell Prof.ssa Jessica Dalsant

Marat Acquavita, nato nel 2001 in Russia e cresciuto a Trieste, si è avvicinato al flauto traverso in prima media. Ha proseguito gli studi al Liceo Musicale I.S.I.S. Carucci – Dante di Trieste, dove ha avuto la possibilità di comporre e dirigere l’orchestra d’archi, e ha concluso il percorso pre-accademico al Conservatorio G. Tartini di Trieste. Ha suonato a diversi concorsi musicali nazionali ed internazionali e ha tenuto concerti in Italia, Spagna e Slovenia. Attualmente è sotto la guida del M° Jessica Dalsant al Conservatorio “G. Puccini” di Gallarate, dove ricopre anche il ruolo di responsabile della registrazione.

(Nella foto di apertura)

Francesca Borgo si è accostata al flauto traverso in età  adulta. Frequenta il corso accademico nella classe del Maestro Jessica Dalsant, dividendo il suo tempo tra il proprio lavoro, la cura della sua, numerosa, famiglia ed uno studio appassionato, nella profonda convinzione che ” La bellezza salverà  il mondo”.

Generica 2020

Andrea Caronno, “bimbo musicale” fin dalla tenera età, ha iniziato a coltivare la sua passione per la musica  frequentando l’indirizzo musicale delle scuole Schweitzer di Busto Arsizio dove la sorte lo ha assegnato alla classe di flauto. Da allora, sentendosi coinvolto da questo strumento, non ha più smesso, proseguendo la sua formazione musicale presso scuole di musica e al Conservatorio “Puccini” di Gallarate e divenendo persino collezionista dei diversi tipi di strumento, girando per i mercatini dell’antiquariato, che sono una delle passioni della sua famiglia. Nel corso degli anni, non ha smesso di entusiasmarlo la meraviglia per la straordinaria versatilità e varietà di timbri e sfumature del flauto, così cangiante da rendere ogni passaggio e ogni melodia unici.

Generica 2020

Anna Ratto (2006), studentessa del Liceo Scientifico Ferraris di Varese con la passione per le lingue (inglese, tedesco, spagnolo), il nuoto agonistico, lo sci e il trekking, studia musica dall’età di sei anni, con la prof.ssa Elisa Ghezzo alla scuola civica di musica di Besozzo. Per sette anni allieva nelle classi di pianoforte della prof.ssa Ilaria Schettini alla scuola di musica Vallotti di Vercelli e successivamente della prof.ssa Ruta Stadalnykaite nel corso libero di pianoforte all’ISSM Giacomo Puccini di Gallarate, dall’ottobre 2020 ha intrapreso lo studio del flauto nell’ambito dei corsi liberi dell’ISSM Giacomo Puccini di Gallarate.

Generica 2020

Samantha Zorzella, nata a Gallarate nel 2004, comincia gli studi di flauto traverso presso la scuola media L. Majno ad indirizzo musicale sotto la guida del M. Andrea Gandini, con il quale ha vinto due concorsi provinciali nel 2018 (prima e prima assoluta con lode) e, alla fine del ciclo della scuola secondaria di primo grado, consegue anche una borsa di studio. Prosegue gli studi musicali dal 2017 con l’ammissione al corso pre-propedeutico presso il Conservatorio di Musica G. Puccini di Gallarate, dove attualmente frequenta il primo anno del corso propedeutico presso il Conservatorio ed è iscritta al terzo anno del liceo scientifico di ordinamento “Leonardo Da Vinci” di Gallarate. Ha partecipato a concorsi d’arte e a stage musicali per la sua innata passione musicale e artistica.

Generica 2020

Clarinetti – classe del Prof. Enrico Maria Baroni:

Beatrice Carù (2005) si avvicina alla musica all’età di undici anni e frequenta le Scuole Medie “L. Majno” sotto la guida del M° Santo Grasso. Ha fatto parte della “Casorate Junior Band” diretta dal M° Diego Pavanello. Con cui ha partecipato a stage e concorsi. Ha partecipato a due edizioni del Concorso di Musica della Città di Tradate, meritando il primo posto nel 2019. Ha preso parte al progetto “Orchestra SMIM” della Provincia di Varese, Attualmente studia presso il Liceo Classico “G. Pascoli” di Gallarate e frequenta il Secondo anno del corso Pre-propedeutico presso il Conservatorio “G. Puccini” di Gallarate.

Generica 2020

Chiara Grassi (1999) inizia il suo percorso di studi all’età di 8 anni presso la scuola di musica del paese, successivamente consegue il diploma al Liceo Musicale “Alessandro Manzoni” di Varese. Attualmente frequenta il triennio al conservatorio G. Puccini di Gallarate.

Generica 2020

Riccardo Lentini (2000) inizia il suo percorso di studi presso il Liceo Musicale A. Manzoni di Varese. Fa parte dell’ensemble “ClassicClarinetSwing” del M. Edoardo Piazzoli, la quale ha vinto diversi concorsi musicali per organico ridotto ed ensemble. Attualmente frequenta il primo anno del triennio al Conservatorio Puccini di Gallarate

Generica 2020

Matilde Piovesan (2004) è iscritta al terzo anno dell’Istituto Tecnico Andrea Ponti di Gallarate settore Informatico e dal 2018 studentessa presso il Conservatorio di Gallarate. Dal 2015 al 2018 ha frequentato le scuole medie musicali Luigi Majno di Gallarate. Dal 2014 ad oggi è Secondo clarinetto del Corpo musicale “La Concordia” di Crenna, diretta dal M. S. Scaltritti.  Dal 2017 al 2019 è stata Primo clarinetto del Corpo Musicale “Libertà” della Rasa di Varese e dal 2018 ad oggi è Primo clarinetto del Corpo musicale “Santa Cecilia” di Cislago, diretta dal M. Roscio. Ha partecipato nel 2016 al progetto di scambio culturale fra gli studenti dei Conservatori di Gallarate e di Bolzano con concerto finale presso l’Auditorium di Bolzano. Nel 2018 ha ottenuto il primo premio assoluto al al Concorso “Città di Tradate”, in duo clarinetto-pianoforte.

Generica 2020

Sara Polverini inizia lo studio del clarinetto all’età di 8 anni con i maestri Massimiliano Pidò e Mauro Colnaghi iscrivendosi ai corsi della Musica Cittadina di Locarno. Termina i 4 anni previsti dalla FeBaTi (Federazione Bandistica Ticinese) e a 11 anni entra a far parte della banda musicale. A 15 anni si iscrive ad una scuola professionale e contemporaneamente segue il corso pre professionale presso il conservatorio della Svizzera italiana con i maestri Luca Medici e Milan Rericha. Si dedica anche al canto, oltre a suonare nelle file della Musica Cittadina di Locarno come 1° clarinetto. Nel 2017 riprende lo studio dello strumento con Mauro Colnaghi e Stefano Rapetti in seguito con Gabriele Oglina. Da quest’anno accademico frequenta il Conservatorio di Gallarate.

Generica 2020

Pianista accompagnatore: Andrea Tamburelli

Diplomatosi a 19 anni in pianoforte con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” con la Prof.ssa Anna Abbate, sotto la cui guida nel 2016 consegue anche il diploma accademico di II livello con il massimo dei voti. Si esibisce come solista nella Sala Verdi del Conservatorio per il festival “Suonar Francese” in collaborazione con la Società dei Concerti, per i festival “Intorno a Debussy” e “Nino Rota”. Nel 2013 vince una borsa di studio per studiare un semestre presso la Montclair State University nel New Jersey (USA) sotto la guida del M° David Witten; si esibisce a New York presso la Steinway Hall, la Klavierhouse, Allegro Pianos e alla Princeton University (NJ) e a Novosibirsk (Russia) in occasione dei Giochi Delfici. Tra 2014 e il 2017 vince per tre anni consecutivi una borsa di studio per conseguire il Master in pianoforte presso la Jerusalem Academy of Music and Dance (Gerusalemme, Israele), dove termina gli studi con il Prof. Eitan Globerson e con la Prof.ssa Oxana Yablonskaya.  Ha suonato per la Radio israeliana e tenuto concerti a Gerusalemme e Tel Aviv. Nel 2015 si esibisce all’Aurora Chamber Music Festival di Trollhättan-Vänersborg (Svezia). Nel 2019 apre la Stagione musicale 2018-2019 del Teatro Lirico di Magenta eseguendo con l’Orchestra Sinfonica “Città di Magenta” il Concerto K466 di Mozart; si esibisce a San Pietroburgo (Russia) presso il Centro Culturale Elena Obratsova; gli viene assegnato l’Arena Media Star Music Award Prize e suona presso la Sala Puccini del Conservatorio di Milano.

Tamburelli ha ottenuto premi in concorsi pianistici interazionali tra cui J. Zarebski International piano competition di Varsavia 2020, Clamo International piano competition di Murcia, Spagna 2019, Premio Martucci di Novara 2018, J. Krogulski piano competition di Tarnow, Polonia 2018, Città di Stresa 2018, Piano concerto competition Jerusalem, Israele 2017, GranVirtuoso Prize Roma 2017, Esther Kalmi international piano competition Jerusalem 2017, Città di Bobbio 2016, Delphic Games di Kiev, Ucraina 2012.

Generica 2020

L’appuntamento è dunque sul canale youtube di “Virtuose e virtuosi in virtuale”, lunedì 19 aprile alle 20.30.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.