Tutto pronto al centro vaccinale di Arcisate, si parte il 15 aprile

Il centro vaccinale della Valceresio, ospitato nello stabile dell'ex Cavalca di Arcisate, è pronto per partire con la somministrazioni delle vaccinazioni anti Covid che prenderanno il via settimana prossima

Arcisate - Centro vaccinale per la Valceresio all'ex Cavalca

Gli spazi sono pronti, le attrezzature anche, i medici si stanno coordinando e ieri Ats ha fatto nel pomeriggio un ulteriore sopralluogo per definire gli ultimi dettagli. Il centro vaccinale della Valceresio, ospitato nello stabile dell’ex Cavalca di Arcisate, è pronto per partire con la somministrazione delle vaccinazioni anti Covid che prenderà il via settimana prossima, giovedì 15 aprile.

Galleria fotografica

Arcisate - Centro vaccinale per la Valceresio all'ex Cavalca 6 di 19

La sistemazione dell’ex Cavalca, che i proprietari hanno concesso in comodato d’uso gratuito al Comune di Arcisate, non ha richiesto molti interventi, se non una pulizia generale, la riattivazione delle utenze e una verifica dell’impianto di riscaldamento.

Al piano terra dell’edificio è stato allestito un percorso studiato per non far mai incrociare le persone in entrata e in uscita dal centro. I pazienti avranno due spazi di attesa, uno con sedie rosse prima della vaccinazione, e uno con sedie azzurre per l’attesa post iniezione, un quarto d’ora circa per avere la sicurezza che non si verifichino reazioni avverse. In caso di bisogno è stata allestita a ridosso dell’uscita una tenda della Croce rossa attrezzata con lettighe, sedie a rotelle e tutto il necessario per il pronto intervento sanitario.

Per ora il percorso di entrata ed uscita è evidenziato con un nastro in plastica rosso e bianco, ma si sta studiando come rendere l’ambiente più accogliente, anche dal punto di vista estetico.

«Sono molto orgoglioso di essere riuscito a convincere Ats ad aprire un centro vaccinale ad Arcisate che serva tutta la Valceresio – dice il sindaco Gianluca Cavalluzzi – La zona è davvero comoda da un punto di vista logistico. Possiamo ospitare fino a 600-800  persone al giorno che vengono a vaccinarsi e dunque potremo dare il nostro grande contributo in questa fase molto delicata e importante della battagli al Covid».

Il centro sarà gestito dai medici della Cooperativa Medici Insubria, con il supporto della Protezione civile, di Croce Rossa Valceresio e Sos Valceresio: «Iniziamo con 2 o 3 linee per verificare che tutto funzioni – spiega Cavalluzzi – A regime ci saranno cinque linee vaccinali e ora stiamo cercando di gestire un’altra linea con medici e infermieri volontari che stiamo contattando in questi giorni».

I primi giorni di attività saranno dedicati alla fascia di età tra i 75 e i 79 anni, che hanno già prenotato in massa la vaccinazione ad Arcisate da tutti i paesi della Valceresio: «Sono circa 1500 persone – spiega il sindaco – Se iniziamo come previsto con 150 persone al giorno in una decina di giorni, massimo due settimane, avremo esaurito questa fascia di età. Poi si passerà a gruppi più numerosi, alle persone dai 70 ai 74 anni, quindi alla fascia 60-69, poi 50-60 e infine alle persone con meno di 49 anni. L’obiettivo è quello di chiudere tutto al massimo entro al fine dell’estate».

Ecco come funzionerà il centro vaccinale di Arcisate

 

di
Pubblicato il 08 Aprile 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Arcisate - Centro vaccinale per la Valceresio all'ex Cavalca 6 di 19

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.