Una domenica a pranzo a Varese per i Coma Cose

Dopo una visita alla città, che hanno trovato molto bella, per il duo indie e sanremese pranzo da Gennaro a Cartabbia, un locale che conoscevano bene anche perchè il proprietario,  Gennaro Tortora,  è apparso recentemente in un loro videoclip

Generica 2020

Metti una domenica a pranzo a Cartabbia, frazione di Varese.

Succede ai Coma Cose, il duo genovese che ha avuto grande successo al Festival di Sanremo con il brano “Fiamme negli occhi” dove erano accompagnati da un varesino, il direttore d’orchestra di Comerio Vittorio Cosma.

Una visita alla città, che hanno trovato molto bella, e poi pranzo da Gennaro a Cartabbia, un locale che conoscevano bene anche perchè il proprietario,  Gennaro Tortora,  è apparso recentemente in un loro videoclip: «Gennaro l’han scelto per la faccia un po’ “da boss” anche se è un pezzo di pane – spiega Domenico Esposito, che ha postato la foto sul suo profilo facebook – Qui hanno scoperto come si mangia daa lui, hanno detto che è stato fantastico»

Il proprietario della pizzeria da Gennaro in un video dei Coma_Cose

Stefania Radman
stefania.radman@varesenews.it

Il web è meraviglioso finchè menti appassionate lo aggiornano di contenuti interessanti, piacevoli, utili. Io, con i miei colleghi di VareseNews, ci provo ogni giorno. Ci sosterrai? 

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.