Arriva la conferma, Tom Barasso è il nuovo allenatore dei Mastini

«Un grandissimo colpo per la società giallonera, che si potrà avvalere di un coach di grande personalità e di comprovata esperienza, sia da giocatore che da allenatore»

tom barrasso allenatore hockey su ghiaccio

Notizia ufficiale: Tom Barrasso sarà il nuovo allenatore dei Mastini Varese Hockey per la prossima stagione IHL 2021-2022. Inizia col botto l’estate hockeystica giallonera, con la pedina più importante che va ad occupare il posto in panchina liberatosi improvvisamente solo qualche settimana fa.

I Mastini hanno un nuovo coach grazie ad un intenso lavoro che la società ha portato avanti in breve tempo, dando una forte accelerata in questi ultimi giorni. Le linee telefoniche tra il D.S. Matteo Malfatti e l’ex portierone NHL, che ha già conosciuto l’Italia in questi ultimi anni, sono state a dir poco roventi, ma alla fine tutto si è concluso positivamente, grazie proprio alle reciproche volontà.

Un grandissimo colpo per la società giallonera, che si potrà avvalere di un coach di grande personalità e di comprovata esperienza, sia da giocatore che da allenatore. In panchina la sua carriera è iniziata nel 2007. E’ stato cinque stagioni in NHL non solo come allenatore dei portieri, ma anche come Assistant Coach dei Carolina Hurricanes. Poi le strade lo hanno portato in Europa, “assaggiando” il campionato KHL con i russi del Metallurg Magnitogorsk e con lo Slovan Bratislava e poi quello italiano, dove, dopo una piccola ma importante parentesi a Torre Pellice, recentemente ha dato continuità al suo lavoro sul pancone dell’Asiago.

Tom Barrasso ha sposato a piene mani il progetto Mastini Varese, con la speranza di una collaborazione improntata su più stagioni. L’intento è portare avanti nuovi sviluppi che possano favorire la società varesina, il parco giocatori, i sostenitori e gli sponsor che ruotano intorno all’hockey varesino a tinte giallonere. L’obiettivo, a questo punto, rimane ambizioso per entrambe le parti, più stimolante e sicuramente finalizzato a raccogliere risultati importanti sul ghiaccio.

«Uomo forte, capace di grande richiamo mediatico, dedito al lavoro e amante delle sfide, ma soprattutto portatore di nuove idee hockeystiche in grado di stuzzicare la curiosità dei giovani e di arricchire il bagaglio dei giocatori già consolidati e “formati”: i Mastini rappresentano una sfida, e Tom Barrasso si è già calato nella parte. Sono proprio queste prove che rilanciano lo spirito mastino e che, alla fine, compattano il gruppo, la società, i sostenitori e i tifosi – si legge nel comunicato diffuso dalla società – .
Il suo hockey è fatto di carattere e quadratura, il tutto miscelato ad una conoscenza tecnico-tattica importante che potrà far crescere di livello l’intero roster: novità e metodologie, che dovrebbero comparire già durante le sessioni di allenamento, in grado di far giocare e divertire.
Tom Barrasso ha scritto pagine importanti della storia della NHL, timbrando quasi 900 presenze, alzando per due stagioni la Stanley Cup con la maglia dei Penguins, con cui ha disputato 13 stagioni da assoluto protagonista a difesa della loro gabbia. Le sue gesta, le sue parate, lo hanno portato a vincere per due volte il titolo come miglior portiere in assoluto del massimo campionato hockeystico americano e lo hanno fatto entrare nel “gotha” dell’hockey NHL. Anche per la nazionale USA il nome Tom Barrasso suona familiare, avendo, altresì, vinto la medaglia d’argento alle olimpiadi del 2002.

Il meglio di sé lo ha fornito nei Pittsburgh, formazione a tinte giallonere, proprio come il Varese. Anche il numero di maglia, il 35, evidentemente racchiudeva uno spunto magico, quasi sognante con l’idea che avrebbe condotto Tom Barrasso in direzione Varese, dove quel numero sulle spalle significa storia, grazie a Jim Corsi, un altro portierone che è stato protagonista assoluto sul ghiaccio del Palalbani. Probabilmente era un segnale inconscio di premeditazione futura e infatti le strade di coach Tom e dei Mastini si sono incrociate, con volontà, stimoli e ambizioni reciproche».

Questo il commento di Rosario Rasizza, Amministratore Delegato di Openjobmetis SpA, uno dei main sponsor dei Mastini Varese.
«Accogliamo con grande entusiasmo l’arrivo di un fuoriclasse come Tom Barrasso ad allenare i Mastini. Siamo orgogliosi di aver contribuito a realizzare questo sogno: per lo sport di Varese sarà una stagione 2021-2022 strepitosa, con un nuovo campione, di livello internazionale, che sceglie di entrare in scena in questa città dopo l’arrivo, lo scorso anno, di Scola nel basket. Dopo un periodo tanto difficile, ci aspettiamo grandi cose: l’energia è palpabile in ogni ambito di questa ripresa postpandemica»

«Caro coach, ora non vediamo l’ora di vederla all’opera, con il logo del Mastino bene in evidenza, cucito sul suo giaccone, convinti che lo indosserà con orgoglio e con il desiderio di dare tutto per i nostri colori – conclude il comunicato dei Mastini -. Siamo felicissimi di averla con noi. Benvenuto a Varese, Coach Tom. Benvenuto nella nostra grande famiglia dei Mastini e buon lavoro».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.