Due anni fa moriva Daniele Bossi, il pescatore del lago di Varese

Era uno degli ultimi pescatori professionisti, erede di una tradizione secolare

varese generiche

Nella notte tra il 23 e il 24 dicembre 2019 veniva ritrovato senza vita nel lago di Varese Daniele Bossi, uno degli ultimi pescatori professionisti. Era il più giovane, colui che dava una speranza di continuità a questo antico mestiere, carico di fatica e fascino, esercitato da generazioni tra Bodio Lomnago e Cazzago Brabbia.

Da 60 anni pesco e parlo con Dio. Storia di una famiglia di pescatori

Daniele se ne è andato troppo presto, lasciando un vuoto enorme nell’intera comunità di pescatori.
Così lo ricorda la sorella Mariangela Bossi: «Caro Dany a quest’ora eri ancora sul tuo lago , il tuo lavoro anzi, la tua vita la tua passione ti ha portato via , ma solo fisicamente perché sono convinta che tu su questo lago ci sei ancora . L’altro giorno abbiamo firmato il nuovo statuto, e anche lì eri presente, sicuramente ci hai permesso finalmente di prendere in mano la penna e firmarlo .Riposa in pace e sorveglia sempre su di noi».

Daniele Bossi è annegato

L’ultimo saluto a Daniele riunisce tutta la comunità

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.