Niente dibattito pubblico per l’ospedale unico Gallarate-Busto, ma una supercommissione

Sui due passaggi voterà il consiglio comunale. Ecco le tappe

consiglio comunale Gallarate

Con l’anno nuovo riprende il percorso dell’ospedale unico Gallarate-Busto. Tema centralissimo nella scorsa campagna elettorale a Gallarate e rimasto sempre in primo piano.

All’orizzonte c’è una data importante, quella del prossimo consiglio comunale. «Sarà convocato entro la fine del mese, probabilmente il 31 gennaio» dice Giuseppe De Bernardi Martignoni, presidente dell’assemblea civica. “Attendiamo anche che il sindaco si negativizzi”.

Perché è importante la data?
Prima di tutto perché in quella seduta – salvo sorprese improbabili – il consiglio comunale concederà la deroga al processo partecipativo obbligatorio per Legge. Un passaggio definito per grandi opere ma che gli enti comunali e provinciali possono bypassare. Una scelta diffusa, ormai: così si è già espressa la Provincia sull’ospedale, così sembrava si volesse anche per il megaprogetto dello stadio di San Siro a Milano (ma ora invece il sindaco Sala ha cambiato idea, messo alle strette da un pezzo di maggioranza).

consiglio comunale Gallarate
Giuseppe Martignoni, presidente del consiglio comunale

L’altro punto del consiglio comunale è la costituzione di due commissioni speciali, quella su Malpensa e quella – appunto – dedicata al tema ospedale. «Commissione Ospedale Unico o Commissione Sanità: definiremo anche il nome” spiega ancora Martignoni, che settimana prossima convocherà i capigruppo per definire l’ordine dei lavori del consiglio.

I due temi – deroga e commissione – sono legati. Perché da un lato si chiude alla partecipazione (per risparmiare tempo, un anno), dall’altro si apre uno strumento alternativo.

«La Commissione Ospedale unico o Sanità prevede anche l’apertura ai cittadini» continua Martignoni. «Certo ci saranno del requisiti, dovendo assicurare un numero comunque limitato di partecipanti».
Martignoni parte dal fatto che come minimo la commissione prevederà dieci consiglieri (uno per ogni gruppo rappresentato in assemblea), ognuno dei quali potrà designare un esperto che lo affianchi.
A queste venti persone potrebbero aggiungersi ulteriori esterni. Requisiti? «Dovranno essere cittadini di Gallarate e avere una competenza sanitaria o di urbanistica, perché sono i due temi di cui discutere. Se si voterà deroga ci sarà comunque un percorso di partecipazione dei cittadini».

gallarate generico
L’area a Beata Giuliana di Busto, dove dovrebbe sorgere l’ospedale unico

Ospedale unico, il passaggio precedente in Provincia

Prima di Natale già in consiglio provinciale si era votata una deroga al dibattito pubblico, appunto quella dell’ente provinciale. E in quell’occasione si era vista la distanza tra due schieramenti: da un lato il centrodestra a favore di una accelerazione, dall’altro il centrosinistra contrario a cassare la discussione pubblica.
I margini del centrodestra non furono però ampi, anche perché un po’ a sorpresa Fratelli d’Italia si astenne. Tra i consiglieri FdI c’era appunto anche Martignoni. Che invece oggi si dice convinto dalle «garanzie» ottenute dal sindaco Andrea Cassani nel Collegio di vigilanza dello scorso 17 dicembre, in Regione.

A questo punto il voto in consiglio non dovrebbe riservare sorprese, con il voto a favore della deroga che consente di spingere sull’acceleratore e velocizzare i tempi per il nuovo ospedale unico. Orizzonte ipotizzato, senza il dibattito pubblico: 2029

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.