Arrivano i “rinforzi” al Legnano, obiettivo serie C: “Siamo pronti”

Con la dirigenza confermata, i nuovi collaboratori sono Roberto Simonini, già presidente a Inveruno, e Raffaele Ferrara neo direttore sportivo. Una struttura societaria che fa dire al presidente Giovanni Munafò: "Pronti a fare meglio della scorsa stagione"

Al Legnano calcio, obiettivo puntato sulla serie C

La passione di Giovanni Munafò, presidente del Legnano, non ha limiti. Dopo la quinta stagione alla guida del club lilla, il giovane dirigente continua a manifestare un impegno e un attaccamento all’ambiente che, correttamente, fanno commentare a papà Letterio, anch’egli con una lunga e onorata presenza in società: «E’ giovane ma anche coraggioso, determinato, dotato di una visione imprenditoriale e leale. Giovanni è sicuramente in grado di fare squadra e comportarsi sempre meglio».

Stasera, nella Sala Blu del Welcome Hotel di via Grigna, il Legnano ha posto le basi societarie e tecniche per un altro anno da protagonista. Con il rinnovato impegno della famiglia Munafò, rappresentata anche dall’avv. Diego Munafò, presidente onorario, la conferma di tanti amici, consiglieri, dirigenti e l’arrivo di importanti “rinforzi”, guardare avanti con fiducia è quasi un obbligo.

Certo. Il calcio, lo sport in genere nascondono sempre incognite indipendenti dalla volontà dei loro protagonisti, Per questo Giovanni non fa promesse, ma ribadisce «il massimo impegno per realizzare qualcosa in più di quanto compiuto quest’anno», lasciando la facile conclusione ai tifosi che, presenti in sala, hanno voluto accompagnare questo incontro.

La società è composta da 18 consiglieri e 70 sponsor. Con Giovanni Munafò presidente, Alberto Tomasich e Nazareno Tiburzi vice, abbiamo il direttore generale Francesco Focone, il team manger Pier Giorgio Bragè, il “fac totum” Mario Tajè, Alfonso Costantino responsabile della Academy Legnano e Giovanni Russo, dirigente che curerà i rapporti tra la società e il settore giovanile.

I nuovi arrivi sono calibri da 90 per il calcio di casa nostra e Giovanni offre loro una presentazione come raramente visto a Legnano: «Roberto Simonini entra in società come amico, in veste di sponsor. Ci conosciamo e ci apprezziamo da tempo. Finalmente, ci siamo trovati» , ha spiegato Munafò, mentre Simonini, che ricordiamo soprattutto presidente dell’Inveruno, ha confermato: «Avevo nostalgia del calcio, ma non volevo andare lontano. Quindi eccomi qui».

L’altro “carico” ha il nome di Raffaele Ferrara, direttore sportivo tra i più affermati della categoria e molto vicino allo stesso Simonini come alla famiglia Munafò: «Ho avuto diverse proposte – il commento del ds – ma al Legnano non si può negare la propria disponibilità. Saremo subito al lavoro per lavorare sulla futura squadra. Sicuramente, avremo il nome del mister entro questa settimana».

Legnano, con il suo presidente, la società, i tecnici, gli sponsor (tra i quali non manca mai Nicola Seguino) ha lanciato la sua sfida: «Noi siamo pronti!», la conclusione di Giovanni tra gli applausi

direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 13 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.