Contagi in aumento anche a Varese: “Cresce il numero dei ricoverati con covid. Attenzione ai fragili”

Sono poco più di una ventina i ricoverati positivi all'ospedale di Varese. Il professor Francesco Dentali fa il punto della situazione e invita i più fragili a fare la quarta dose di vaccino

Il Covid Hub dell'ospedale di Varese

Sono poco più di una ventina i pazienti “con covid” ricoverati nell’hub dell’ospedale di Varese diretto dal professor Francesco Dentali: « Sono soprattutto asintomatici o pauci sintomatici e sono risultati positivi al tampone che si fa quando si viene ricoverati – spiega il Direttore del Dipartimento di Medicina – Qualche caso di polmonite, però, c’è. Soprattutto tra le persone fragili, quelle per le quali è fortemente raccomandata la quarta dose come gli ematologici o i dializzati. Purtroppo c’è una bassa adesione alla campagna per la quota dose: i casi che abbiamo sarebbero stati probabilmente evitati con la seconda booster».

TRA I 20 E I 25 LETTI OCCUPATI DA DEGENTI CON COVID

All’ospedale di Circolo, quindi, il reparto covid è sempre operativo: « Abbiamo tra i 20 e i 25 casi di media. Come azienda ospedaliera si è deciso di radunare il più possibile in un solo reparto i degenti positivi. Le direttive regionali permettono anche di lasciarli nei diversi reparti di degenza isolando le camere, ma noi preferiamo così per ottimizzare il lavoro. Questo hub rimarrà dedicato finché non si arriverà a una variante che dimostrerà di essere meno contagiosa e poco aggressiva. Ma sappiamo anche, però, che in futuro ci dovremo aspettare altre potenziali epidemie, quindi, l’insegnamento che abbiamo ricevuto in questi anni, servirà a gestire anche emergenza future».

professor francesco dentali asst sette laghi

FEBBRE, CEFALEA, RAFFREDDORE E STANCHEZZA I SINTOMI PIU’ COMUNI

In questo momento, non c’è ancora l’evidenza netta che stia circolando una variante nuova preponderante: « Leggo che c’è una situazione disomogenea tra regione e regione. A Varese, in linea con i dati della Lombardia, stiamo assistendo a una lieve ripresa dei contagi ma, come ho detto, soprattutto di ricoverati con covid e non per covid, asintomatici o paucisintomatici. Il virus sembra più contagioso ma meno aggressivo.  I sintomi sono sempre quelli della febbre, della stanchezza, della cefalea o del raffreddore. In alcuni casi si è registrata la dissenteria».

I FARMACI ANTIVIRALI

«Lo stato di malessere si supera in breve tempo  – spiega il Direttore del Dipartimento di medicina –  ma, nei casi più gravi, si può utilizzare il farmaco antivirale. Come azienda ospedaliera ne abbiamo fatto largo uso. A livello territoriale, leggo che l’utilizzo è ancora limitato: non è un medicinale da prescrivere in modo leggero perchè ha controindicazioni e interazioni con altri famaci. Da parte nostra, siamo a disposizione dei colleghi del territorio per fornire consigli e suggerimenti per eventuali ricette ai loro assistiti perché si può richiedere in farmacia. È una rete costruita doverosamente nei momenti più difficili delle scorse ondate e che ora proseguiamo». 

Alessandra Toni
alessandra.toni@varesenews.it

Sono una redattrice anziana, protagonista della grande crescita di questa testata. La nostra forza sono i lettori a cui chiediamo un patto di alleanza per continuare a crescere insieme.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.