Sosta selvaggia e taxi abusivi, arrivano più controlli sulle strade di Malpensa con agenti da Gallarate e Busto

Con il nuovo protocollo agli agenti di Ferno e Vizzola daranno manforte quelli di Busto e Gallarate (almeno per ora), con ore di straordinario, pagate direttamente da Sea: a disposizione ci sono una ventina di unità da Busto e una dozzina di Gallarate

coda sosta selvaggia malpensa

A Malpensa parte il nuovo protocollo d’intesa per la gestione del traffico stradale e della sosta intorno all’aeroporto: la Polizia Locale di Gallarate e Busto – con sostegno di Sea – verrà “in soccorso” degli agenti di Ferno e Vizzola intorno al terminal 1, al fianco anche delle forze dell’ordine.

Il punto di partenza è la “disunione” della Unione dei Comuni di Ferno e Lonate Pozzolo, che aveva un unico comando di Polizia Locale. “Il comune di Ferno si è così trovato – non per propria colpa – in questa situazione di difficoltà di gestione dell’aeroporto” dice Ludovico Piantanida, assessore ai rapporti istituzionali del Comune in cui rientra il grosso del terminal 1.

Con il nuovo protocollo agli agenti di Ferno e Vizzola daranno manforte quelli di Busto e Gallarate (almeno per ora), con ore di straordinario, pagate direttamente da Sea: a disposizione ci sono una ventina di unità da Busto e una dozzina di Gallarate. In futuro si aggiungeranno anche uomini dal comando di Varese.

“Grazie a questo accordo si potrà evitare che ci siano veicoli che siano d’intralcio e pericolo per i viaggiatori e l’abusivismo” dice Alessandro Fidato, di Sea. Un intervento necessario, di fronte a una situazione – ad esempio – del parcheggio selvaggio che a tratti davvero pare fuori controllo (recente è un incidente proprio sulle rampe in uscita dalla superstrada 336, con tamponamento di auto in sosta vietata).

vertice protocollo malpensa

Sea dovrebbe investire circa 100mila euro per questi sei mesi, a copertura del periodo di picco estivo (“con punte fino a 90mila passeggeri al giorno tra arrivi e partenze”) e poi per il picco invernale “. “Come Vizzola e Ferno non avremmo potuto fare proprio nulla, grazie a Busto e Gallarate” spiega il sindaco di Vizzola Ticino Roberto Nerviani.

“Una solidarietà istituzionale di grande rilievo”, loda il Prefetto di Varese salvatore Pasquariello. Il sindaco di Gallarate Andrea Cassani dice che “l’attaccamento all’aeroporto lo si deve dimostrare, anche in termini di agenti a disposizione, Gallarate fa la sua parte”

Oltre al contrasto al parcheggio selvaggio e pericoloso, l’altro grande compito è il contrasto ai taxi abusivi, come sottolinea anche l’assessore regionale Riccardo De Corato, che sul tema ha avuto anche il confronto con Giuseppe De Bernardi Martignoni, ex assessore provinciale alla sicurezza e tassista di professione (presente con l’assessore alla sicurezza di Gallarate Francesca Caruso).

L’accordo coinvolge anche l’Enac (l’autorità aeroportuale) e le forze dell’ordine: il dott Grassi, dirigente della Seconda Regione Polfrontiera, dice che “ci siamo fatti carico noi del contrasto all’abusovismo e al parcheggio selvaggio che possono costituire un vero pericolo”.

vertice protocollo malpensa

di
Pubblicato il 29 Giugno 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Franco1164

    Ma nessuno si chiede perchè?
    Dopo essere stati sfruttati su tutto, bollette, benzina, prezzi di tutto, ci mettono anche il “Time” per entrare ed uscire da Malpensa, pena multa, ci fanno pagare i parcheggi uno sproposito e poi gli diamo contro a chi li “aspetta fuori”.
    Premesso che non devono mai mettersi in posizione pericolosa basterebbe garantire un tempo di accesso sensato e dei parcheggi gratuiti e sottolineo gratuiti e non che costino poco per evitare questi problemi.
    Se facciamo un passo indietro ci accorgiamo dell’insensatezza della cosa, ma ovviamente non vogliamo farlo perchè è meglio spremerli sti disgraziati.
    Vogliamo poi divagare e parlare delle auto elettriche che “salveranno il mondo” (sepolto sotto le batterie esauste) ma Malpensa va ingrandita in barba al verde che distrugge solo perchè qualcuno ci deve guadagnare?
    O va collegata (il collegamento c’è già basta passare da Busto Arsizio) distruggendo altro verde?
    Facciamo un passo indietro anche qui e ci accorgeremmo del disastro che stiamo facendo alla faccia dei sacrifici che noi spremuti disgraziati dovremmo fare per salvare il mondo

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.