Da Sgarbi a Cazzullo: al via l’edizione 2022 di Duemilalibri, con una grafica nuova

Nuova grafica, meno appuntamenti e tutti in un unico luogo, il museo Maga

presentazione Duemilalibri 2022 gallarate

La guerra in Ucraina, il centesimo anniversario della marcia su Roma, l’arte, i gialli metropolitani e molto altro: a Gallarate da mercoledì 12 a domenica 16 ottobre torna il festival letterario Duemilalibri, giunto alla ventitreesima edizione, con qualche novità.

Il programma è stato presentato dal sindaco Andrea Cassani, l’assessora alla Cultura Claudia Mazzetti, dal nuovo curatore della rassegna Luigi Mascheroni e da Angelo Crespi, questa mattina, sabato 1 ottobre, al museo Maga, che sarà l’unica location degli appuntamenti letterari.

A dae il via all’illustrazione della nuova edizione è stato il sindaco Cassani: «Grazie per l’impegno profuso nella manifestazione, quest’anno ho visto una grossissima collaborazione con il Maga. Luigi Mascheroni, curatore dell’edizione, è il plusvalore di questa edizione. Gli ultimi anni sono stati un po’ sottotono a causa del Covid-19 e a causa della decisione di fare diversi eventi in contemporanea e in più luoghi, invitando anche autori poco conosciuti; secondo me ha svilito la manifestazione. Sulla carta la nuova edizione è più snella: dura una settimana, è dinamica e interessante. Questa è la prima manifestazione che Claudia Mazzetti ha organizzato come assessore alla partita, complimenti perché è quello che secondo me serve: meno eventi ma di richiamo».

“Più snello e meno appuntamenti”

Il primo cambiamento riguarda la grafica: la nuova immagine è stata realizzata dall’artista cavariese Andrea Crespi. «L’elemento più impattante è il libro – ha spiegato – per me l’arte e la libertà e quindi l’elemento centrale è il titolo del libro perché la letteratura rappresenta la storia dell’umanità; spesso la scrittura è stata censurata mentre è una libertà da tutelare».

presentazione Duemilalibri 2022 gallarate

«È un’edizione trasversale – ha spiegato Mazzetti – abbiamo coniugato autori di peso e altri più popolari, andando incontro a diverse esigenze di pubblico. Ringrazio tutta la squadra, l’ufficio cultura, l’ufficio comunicazione e la partnership con il museo Maga che è sempre presente. Tutti gli appuntamenti saranno al Maga, per un connubio perfetto della cultura e arte».  Il valore aggiunto è rappresentato dai giornalisti delle grandi testate italiane che modereranno gli incontri: lavorando nel mondo dei libri conoscono i modi per raccontare al meglio gli autori e i romanzi sul palco.

«Vent’anni fa venivo a Duemilalibri come spettatore – ha preso la parola Mascheroni – per me essere invitato a esserne curatore è stata una soddisfazione professionale. Ringrazio per la fiducia, che spero di ripagare. Si tratta di una manifestazione snella, veloce: volevamo che parlasse a tutti, ed è concentrata in una location prestigiosa come il Maga; proponiamo un programma il più possibile vario».

C’è spazio per l’arte, la letteratura dedicata ai ragazzi, la letteratura più pop dei gialli con i più grandi casi dell’ultima stagione, Marco Balzano con La felicità ha tante facce (Feltrinelli), Vittorio Sgarbi; la scrittrice di origine bengalese e residente in Italia Jhumpa Lahiri è il nome internazionale più “scintillante”: presenterà Racconti romani (Guanda) venerdì 14 ottobre, alle 21.

presentazione Duemilalibri 2022 gallarate

L’inviato di guerra Lorenzo Cremonesi, insieme a Fausto Biloslavo, sabato 15 ottobre parleranno della guerra in Ucraina, alle 18.30; alle 21 di sabato 15 ci sarà Aldo Cazzullo con Una marcia su Roma lunga cento anni. «Due incontri di contemporaneità: uno sull’Ucraina e uno sulla marcia su Roma con Cazzullo, un evento che è lontano ma che tanto ancora pesa sull’oggi», ha spiegato Mascheroni.

Angelo Crespi ha curato personalmente la mostra su Ezra Pound, l’evento di apertura di mercoledì 12 ottobre alle 18: «Ringrazio sindaco e assessore per la lungimiranza inedita per gli amministratori locali, che spesso sono lontani dal mondo culturale. È la prima manifestazione che unisce museo e biblioteca; è il primo atto di un approfondimento costante nella città di Gallarate e che riguarderà il mondo del libro, l’idea di un patto della lettura inizierà appena concluso il festival».

Domenica 9 ottobre ci sarà un’anteprima della manifestazione: Book shot con Mr. Savethewall, Emanuele Scelleri. Sarà una performance in cui ognuno potrà arrivare con il libro della vita e verrà fotografato da Emanuele Scilleri mentre racconta perché gli salvato la vita. Una sorta di psicoterapia letteraria, insomma.

Clicca qui per consultare il programma di Duemilalibri 2022

Nicole Erbetti
nicole.erbetti@gmail.com

Per me scrivere significa dare voce a chi non la ha. Il giornalismo locale è il primo passo per un nuovo, empatico e responsabile incontro con il lettore. Join in!

Pubblicato il 01 Ottobre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.