Chiusa l’emodinamica dell’ospedale di Gallarate e gli ambulatori spostati su Busto e Somma

Sindacati preoccupati per il futuro dell'azienda ospedaliera. Da inizio anno presentate 84 segnalazioni di aggressioni verbali o fisiche agli operatori

ospedale gallarate

C’è preoccupazione per il futuro dell’Asst Valle Olona. La notizia della chiusura dell’emodinamica di Gallarate dal primo di maggio ha aggravato una situazione già molto precaria. Il reparto cardiologico interventistico, già dimezzato nell’attività, ha chiuso per carenza di specialisti.  Altri tre cardiologi presto lasceranno l’azienda e per il direttore generale Eugenio Porfido non c’è stata altra soluzione che accentrare a Busto Arsizio. Anche gli ambulatori di Gallarate sono stati chiusi e i pazienti prenotati dirottati a Somma Lombardo e a Busto Arsizio dove gli specialisti aumenteranno di una giornata per accogliere l’attività proveniente dal sant’Antonio. Una situazione che ricalca la crisi vissuta dal reparto di medicina nel gennaio scorso.

« Non abbiamo ottenuto certezze verso il futuro – commenta Gianluca Firrisi della Uil FPL – Ci sono voci che altri reparti subiranno accorpamenti ma, al momento, non ci dicono nulla. L’azienda, davanti alla nostra precisa richiesta di conoscere i piani di sviluppo, non ha dato risposte».

Il problema della carenza di medici, che si registra in tutto il paese, assume dimensioni preoccupanti alla Valle Olona dove il 17 aprile scorso è arrivato in visita l’assessore regionale Bertolaso promettendo un piano di rilancio, con particolare attenzione al presidio di Saronno, per il prossimo 9 maggio.  Nel corso della visita, l’assessore ha detto di aver trovato una situazione migliore di quanto previsto, una visione che stenta a conciliarsi con le difficoltà quotidiane degli operatori. Oltre alla carenza di medici, iniziano a mancare anche altre figure sanitarie come i tecnici di laboratorio: l’ultimo concorso a tempo determinato non ha visto alcuna candidatura.

Tra i punti sul tavolo sindacale anche la sicurezza degli operatori: dall’inizio del 2023 sono state presentate 84 segnalazioni di aggressioni fisiche o verbali. Di queste circa una trentina sia a Busto sia a Saronno, due nei distretti e le restanti a Gallarate

di
Pubblicato il 03 Maggio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.