Farfalle lilla insieme a Nuove Strade per una Rete di Supporto per gli Adolescenti

Il progetto della Cooperativa LaBanda stimola le alleanze territoriali per una Comunità Educante attenta al benessere psico-emotivo dei giovani nell'Alto Milanese e nella Valle Olona

Generico 31 Jul 2023

C’è un nuovo nodo alla rete di sostegno al disagio giovanile tessuta con Nuove Strade, l’iniziativa della Cooperativa LaBanda che punta al benessere psico-emotivo dei ragazzi tra i 14 e i 17 anni nell’Alto Milanese e nella Valle Olona: è l’associazione Farfalle Lilla, nata per contrastare i Disturbi del comportamento alimentare.

Finanziato dal Bando AttentaMente di Fondazione Cariplo, il progetto Nuove Strade si concentra su tre pilastri fondamentali: interventi educativi specializzati per rispondere alle specifiche esigenze degli adolescenti, supporto agli adulti che li accompagnano nella crescita e costruzione di una solida rete di alleanze territoriali.

Un focus particolare va alla creazione di una rete collaborativa e consapevole. Realtà associative, cooperative, istituzioni e comunità possono unire le forze, condividendo risorse, competenze e punti di vista, per affrontare il disagio adolescenziale da una prospettiva completa e integrata. Solo lavorando insieme come comunità educante è possibile garantire un futuro sereno e promettente per le nuove generazioni.
Ecco una significativa realtà del territorio che ha abbracciato il progetto con entusiasmo e contribuito alla sua realizzazione: “Le Farfalle Lilla”.

Farfalle Lilla e i Disturbi del comportamento alimentare

Farfalle Lilla è un’associazione nata in memoria di Giada Bini che, con l’amica Moira, ha dato vita al progetto già durante un suo ricovero in ospedale, realizzando gadget il cui ricavato era destinato a sensibilizzare sui disturbi del comportamento alimentare, i DCA.
Il nome stesso dell’associazione ha un significato preciso: il lilla è il colore che simboleggia i DCA e la farfalla, simbolo di trasformazione, evoca la volontà di rompere gli schemi che imprigionano il corpo e volare verso una nuova vita libera e serena.

“I DCA non sono un capriccio”, è una frase che ripeteva sempre Giada.
L’obiettivo dell’associazione, fondata dalla mamma di Giada, Tatiana Iannello, è chiaro: sensibilizzare e aumentare la consapevolezza sui DCA, prevenendo tali disturbi e sostenendo le famiglie di ragazze e ragazzi che ne sono coinvolti. I Disturbi del Comportamento Alimentare non riguardano solo l’individuo, ma investono l’intero sistema familiare, generando dinamiche complesse che richiedono una presa in carico professionale tempestiva. Nel progetto vengono coinvolti psicologi e psicoterapeuti specializzati proprio in questi campi. L’associazione opera principalmente nella provincia di Varese, organizzando eventi e partecipando a manifestazioni locali per raccogliere fondi e adesioni per attività di prevenzione e divulgazione.

La nuova Casa per adolescenti e famiglie a Busto Garolfo accoglie il disagio dei ragazzi

Le Farfalle Lilla hanno dato un prezioso contributo nella ristrutturazione dello Spazio Educativo per Adolescenti e Famiglie a Valenza Terapeutica gestito dalla Cooperativa LaBanda e che a breve aprirà i battenti nel Comune di Busto Garolfo.
Si tratta di uno spazio curato e domestico in cui ragazzi/e possono socializzare e sperimentare attività che li aiutano ad affrontare le loro difficoltà emotive, psicologiche e relazionali. Una intera parete lilla dello Spazio Educativo è ora un omaggio vivo alla memoria di Giada, simbolo della missione delle Farfalle Lilla.

Le Associazioni per Nuove Strade e la Comunità Educante

«Riteniamo che la creazione di alleanze territoriali non debba riguardare solo i professionisti che si occupano di adolescenza, ma anche tutto il mondo adulto, che in modalità, tempi e frequenza differente se ne occupa o ne entra in contatto. Per questo lavoriamo per arrivare ad unire quante più realtà possibile, associative e non, incluse proloco e associazioni sportive dilettantistiche, presenti nei comuni di attuazione del progetto con l’obiettivo di creare una cultura del dialogo necessaria per allenare un nuovo sguardo, un nuovo modo di fare comunità, una comunità educante per i giovani uomini e donne che stanno crescendo al suo interno», spiega Cristiano Castellazzi, Presidente della Cooperativa sociale La Banda.

Il progetto prevede anche un calendario di eventi sul territorio per facilitare la partecipazione dei ragazzi alle proposte della comunità.
Il senso è quello di trovare Nuove Strade per coinvolgere i ragazzi a partecipare in alcuni momenti alla vita adulta, con i giusti modi, spazi e tempi. Stimolare passione, curiosità e senso di appartenenza. Il risultato atteso di queste azioni è da una parte la sensibilizzazione di tutta la comunità educante adulta sul mondo adolescenti per poter essere guida e modello di crescita, dall’altra il promuovere il coinvolgimento dei ragazzi all’interno della comunità a cui appartengono.
Adulti che vedono e curano i propri ragazzi li ascoltano e li coinvolgono.

Per conoscere meglio l’attività dell’associazione sono disponibili il sito a questo link oltre ai canali social su Facebook e Instagram.

 

di
Pubblicato il 31 Luglio 2023
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.