Il campionato di calcio sudamericano? Si gioca al Gerbone

Il centro sportivo olgiatese ospita ogni domenica un torneo a sedici squadre composte principalmente da sudamericani. Ad organizzare l'associazione Latinos por Siempre in nome dell'integrazione

a Olgiate Olona un campionato di calcio sudamericanoSono mille, quasi tutti sudamericani e vengono da tutta la zona ogni domenica al campo di calcio del centro sportivo del Gerbone di Olgiate Olona. Sono i "Latinos por Siempre" e si integrano con il calcio grazie ad un vero e proprio campionato di calcio organizzato dall’associazione fondata da Manuel Jurado (nella foto in basso con il segretario Luis Jordan), già dirigente di club sportivi in Ecuador ed ora a capo di questo nuovo torneo giunto alla sua seconda edizione dopo quella dell’anno scorso, con 7 squadre, giocato sul campo della Castellanzese. Anche questa domenica, che ha visto la partecipazione speciale dell’assessore allo sport Emilio Pacchioni, i latinos si sono ritrovati per fare grande festa. tra una partita e l’altra gli atleti si rifocillano con i piatti tipici della tradizione sudamericana preparati da mamme, mogli, findanzate e sorelle.

Galleria fotografica

Latinos por siempre 4 di 8

Di fatto il centro sportivo del Gerbone si trasorma ogni domenica in una "fiesta latina" tra musiche, allegria, canti e buon cibo: ingrediente fondamentale per l’integrazione è il calcio. In ogni squadra, infatti, sono previste quote per gli stranieri che nel loro caso sono principalmente gli italiani e gli africani: «Ce ne sono 4 per squadra – spiega il presidente Jurado – in questo modo cerchiamo di integrarci con gli italiani ma anche con le altre minoranze presenti qui. Le squadre vengono dalla provincia di Varese e da quella di Milano e si gioca a calcio l’intero turno in una sola giornata dalle 10 del mattino alle 17». Il grande successo dell’iniziativa lanciata da questa associazione sta uscendo dai confini di Olgiate e in molti vorrebbero partecipare, per questo il presidente dell’associazione lancia il suo appello: «Per l’anno prossimo vorremmo aprire anche un campionato femminile di calcio e uno per i più piccoli – racconta – il successo del campionato per gli uomini ci spinge a fare le cose in grande. Speriamo di trovare una struttura che ci aiuti così come sta facendo il centro familiare-sportivo del Gerbone che ringraziamo per l’appoggio che ci sta dando».

Mentre nell’aria si sente l’odore di carne uscire dai pentoloni sul campo si sfidano squadre dai nomi che riprendono i club blasonati del sudamerica come nel caso dell’Estudiantes oppure richiamano la difficile condizione dell’immigrato con i Clandestinos, la città adottiva di provenienza come nel caso del Saronno F.C. o nomi che inneggiano all’unione tra i latinos come i Somos Latinos o gli Union Latina. In ogni caso alla base di tutto c’è una comunità che si sente viva e che ha saputo in pochi anni integrarsi concretamente senza passare, necessariamente, dalle prime pagine dei giornali. La comunità latino-americana è molto numerosa tra Basso Varesotto e Alto Milanese e le provenienze dei giocatori sono le più disparate: Ecuador, San Salvador, Santo Domingo, Perù, Bolivia, Argentina e Colombia. Gli stranieri che giocano nelle varie squadre provengono dall’Italia, dall’Albania, dal Giappone e dal Senegal. Per la cronaca, in testa al campionato c’è la Union Latina con 16 punti dopo 7 giornate.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 novembre 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Latinos por siempre 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.