Un milione di euro per lavori straordinari in due scuole

Con il decreto "sblocca scuole", la Provincia potrà usare 460.000 euro a cui si aggiungono altri fondi. A beneficiarne saranno il Keynes di Gazzada e il Carlo Volontè di Luino

isis gazzada esterni keynes

Oltre un milione di euro per sistemare l’Isis Keynes di Gazzada e l’istituto Carlo Volontè di Luino.

I fondi sono legati al decreto ministeriale “Sblocca scuole” del 14 marzo scorso, un atto che permette alla Provincia di Varese di poter avere 460.000 euro per avviare alcuni lavori di manutenzione straordinaria urgenti.

Oltre alla somma “liberata” dal Patto di stabilità, l’amministrazione provinciale ha reperito altri fondi al fine di realizzare due grossi interventi. In tutto quindi la somma destinata ai lavori sarà di 1 milione e 100 mila euro.

Il primo intervento interesserà l’Isis Keynes di Gazzada Schianno. Qui verranno sostituiti tutti i serramenti esterni di facciata (porte d’ingresso e finestre). In questo modo verrà anche migliorare l’efficienza termica dell’edificio e il grado di sicurezza della struttura. La somma destinata a questi lavori è di 850 mila euro e nei prossimi giorni verrà avviato l’iter burocratico per individuare la ditta esecutrice dei lavori.

Il secondo edificio scolastico sul quale si interverrà è l’Isis Carlo Volontè di Luino. Qui verranno effettuati una serie di lavori di messa in sicurezza ed miglioramento dell’efficienza energetica attraverso la sostituzione delle porte antincendio e dei serramenti che saranno a doppio vetro di sicurezza. La somma destinata è di 250 mila euro.

«L’apertura di credito concessa con il decreto ministeriale ci consente di poter utilizzare fondi “bloccati” dal Patto di stabilità e mettere in cantiere due importanti investimenti sulle nostre strutture scolastiche – ha dichiarato il Consigliere provinciale Carmelo Lauricella – L’obiettivo di entrambi i lavori è quello, oltre che mantenere elevati gli standard qualitativi degli edifici, anche di migliorare l’aspetto della sicurezza con serramenti moderni e quello l’efficienza energetica».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 marzo 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.