Nasce Idea.Lab: “Chi ha idee è il benvenuto”

Aprirà tra qualche settimana Idea.Lab, il luogo che punta ad aiutare giovani e adulti nel migliorare le proprie competenze: "Vogliamo mettere insieme la capacità del pensiero alla fattibilità concreta"

L’odore della vernice fresca è ancora persistente, le pareti sono spoglie e l’eco delle parole rimbomba nell’ambiente. Ma nel giro di qualche settimana un capannone inutilizzato nel complesso dei Molini Marzoli diventerà ben altro: Idea.Lab.

Si chiama così quello che tecnicamente avrebbe il nome di laboratorio territoriale per l’occupabilità e che diventerà un luogo per «la formazione a 360 gradi, in grado di far crescere i giovani e mantenere giovani chi ormai ha una certa età». E’ in questo modo che Nadia Cattaneo, preside dell’ITE Tosi, presenta la struttura per la quale -insieme all’ISIS Ponti di Gallarate- è stato assegnato un finanziamento da 700.000 euro con il quale «vogliamo mettere insieme la capacità del pensiero alla fattibilità concreta».

Idea.Lab sarà quindi «un posto in cui imparare tecniche e segreti in grado di aiutare nella creazione e nella ricerca di lavoro». Come? «Affiancando tecnologie di ultimissima generazione ad esperti in grado di insegnare ad utilizzarle». Ed è proprio questo il segreto del laboratorio dal momento che «sarà versatile per chiunque, dai nostri ragazzi che vogliono sviluppare un progetto -continua Cattano- fino a chi vuole cercare nuove abilità per competere meglio nel mercato del lavoro».

idea.lab

Un progetto ambizioso che, proprio per questo, il Tosi ha voluto portare al di fuori dalle mura della sua scuola. «Noi avremmo potuto prendere un laboratorio del nostro istituto, rimetterlo a nuovo, e aprire lì Idea.Lab» spiega Nadia Cattaneo, che invece ha optato per una scelta diversa: «sarebbe stato un posto poco appetibile, i nostri ragazzi si sarebbero sentiti a scuola e difficilmente adulti o studenti di altre realtà sarebbero venute lì. E quindi abbiamo scelto questo posto in cui storie, persone e competenze si potranno incontrare in un vero e proprio pensatoio».

L’inaugurazione ufficiale del laboratorio non è ancora fissata, ma il conto alla rovescia è iniziato e sul tavolo c’è già un primo calendario di corsi e attività. Tutto, comunque, sarà organizzato in base alle esigenze e alla capacità di chi questo posto lo frequenterà e proprio per questo la preside Cattaneo vuole che il messaggio di Idea.Lab sia chiaro fin da subito: «chi ha idee è il benvenuto».

di alessandra.toni@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.