La comunità musulmana chiede il Parco Marinai d’Italia per la preghiera di Ramadan

La richiesta è stata firmata dall'associazione Il Faro, forma giuridica della comunità. La soluzione era stata adottata già nel 2006

largo marinai d'italia ristorante Pro Loco Gallarate
largo marinai d'italia ristorante Pro Loco Gallarate

La comunità islamica di Gallarate ha presentato al sindaco richiesta formale per poter avere in concessione, per il periodo del Ramadan, il parco Marinai d’Italia di via Lario, di fronte al centro commerciale Malpensa 1.

La richiesta è stata protocollata dall’Associazione di promozione sociale “Il faro”, forma giuridica con cui si è organizzata la comunità a Gallarate (da un paio di anni). Viene chiesta al sindaco “la possibilità di poter utilizzare il parco dei Marinai sito in via Lario angolo via Papa Giovanni Paolo I per la preghiera serale del mese di Ramadan, quest’anno avente inizio indicativamente attorno al 27 maggio”.

«Abbiamo provato questa strada, speriamo in una risposta positiva» spiega il referente dell’associazione, Abdul Jabbar. «È una soluzione che avevamo già usato nel 2006, non c’erano stati problemi». Il precedente (l’amministrazione era quella di Nicola Mucci, la foto si riferisce proprio al 2006) viene ricordato anche nella lettera, “non ha recato nessun fastidio né disagio di nessun tipo a nessuno”. Il parco è circondato da parcheggi e in una zona con poche abitazioni, come venne rilevato anche allora nel dibattito.

Nella lettera l’Aps Il Faro ricorda la volontà di “svolgere le nostre attività alla luce del sole e in totale accordo con le leggi del nostro Paese” (va ricordato che ormai molti musulmani gallaratesi sono cittadini italiani, tra cui anche alcuni italiani dalla nascita, senza contare bambini e ragazzini).  «Siamo disponibili al 100% a collaborare con il Comune» conclude Abdul Jabbar.

Il passo della comunità musulmana arriva a poco più di due settimane dall’avvio del Ramadan. Il tema della preghiera del mese sacro è già stato posto dalla politica: anche nelle file della maggioranza di centrodestra sono emerse posizioni dialoganti, in particolare dopo l’implicito appello fatto da monsignor Ivano Valagussa. Dopo la secca risposta del sindaco Cassani in consiglio comunale, l’opposizione (Pd, Città è Vita e Gallarate 9.9) ha presentato una mozione unitaria, confidando che sia discussa in consiglio prima dell’avvio del periodo di Ramadan.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 10 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.