“Comunali 2018, la sinistra si divide”

Dopo l'avvio delle operazioni per due diversi gruppi alternativi all'amministazione uscente, dal centrodestra arrivano i primi affondi

141tour

Succede tutto in pochi giorni e ora a Lonate Pozzolo sembra già di respirare aria di elezioni, anche se alle elezioni mancano ancora mesi. È di settimana scorsa l’annuncio di due diverse operazioni avviate nel campo di chi – su posizioni diverse – si presenta come alternativa al centrodestra che ha sostenuto l’amministrazione di Danilo Rivolta, travolta dai guai che hanno coinvolto sindaco e funzionari.

«La sinistra si divide», gongolano i Popolari Per Lonate, sigla del centrodestra lonatese (che si affianca all’Udc).

«La sinistra – attacca la presidente Diomina Ida Cirillo – si presenterà divisa alle prossime elezioni comunali che si terranno nel 2018, indicativamente nel mese di Giugno, non proprio dietro l’angolo; evidentemente la vicenda giudiziaria  che ha coinvolto il sindaco Danilo Rivolta  ha creato delle aspettative nel mondo del centro-sinistra lonatese che intravede la possibilità  di poter governare il paese dopo 13 anni di amministrazione di centro-destra».

Non piace certo l’operazione unitaria che ha visto avvicinarsi – con la proposta di una lista unica – il gruppo dei “Democratici Uniti” (con i consiglieri uscenti Nadia Rosa, Luca Perencin e Alessandro Iannello) e quello di Lista Libera, la lista civica d’area centrodestra che nel 2014 si candidò come alternativa a Rivolta e alla sua “corazzata” imperniata su Forza Italia e Lega.
«
I DU, dopo aver aspramente criticato l’operato della maggioranza di centro-destra in 13 anni di amministrazione, decidono di presentarsi alle prossime elezioni con Giancarlo Simontacchi». E i Popolari non possono che scagliarsi contro l’esule del centrodestra, «eletto per due mandati consecutivi», anche come assessore e vicesindaco prima della rottura del 2014. E i Popolari sanno di toccare un tasto delicato, quando sottolineano i rapporti tra Simontacchi e DU: «
A questo punto c’è da capire se l’accordo con Giancarlo Simontacchi sta a significare che la maggioranza di centro-destra effettivamente non ha lavorato così male, oppure si tratta di “incoerenza politica”, scordandosi del passato…».

Sottolineatura caustica, perché la valutazione del passato politico di Simontacchi è uno dei punti che invece hanno spinto su altre strade l’altro gruppo riconducibile all’opposizione. Certo, anche con loro i Popolari per Lonate non vanno leggeri: «

Dall’altra parte abbiamo il “nuovo che avanza”, gli ex amministratori di centro-sinistra: l’ex sindaco Giovanni Canziani, Sartini, Vaccaro e Brognara, che presentandosi come paladini della legalità, decidono di promuovere una coalizione civica di centro sinistra per le prossime elezioni comunali. 
Evidentemente sperano nella possibilità che il tempo abbia cancellato la memoria dei cittadini». E Diomina Ida Cirillo chiude il comunicato dei Popolari con 
un’allusione: «Ancora oggi la comunità lonatese  paga le conseguenze dell’amministrazione di quell’epoca, a buon intenditore poche parole…

».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.