Tris della Pro Patria a un Lecco inferocito con l’arbitro

Gran colpo dei Tigrotti che rimontano con Gucci, Zaro e Disabato la rete iniziale di Bertani. Lariani furiosi con il signor Monaco per tre espulsioni che condizionano il match

lecco pro patria

(Foto Facebook – Aurora Pro Patria 1919 – Official)

Una vittoria importante per la Pro Patria, che vince 3-1 al “Rigamonti-Ceppi” una gara con assoluto protagonista l’arbitro. Scelte giuste o meno, il direttore di gara, ha espulso tre giocatori di casa (Bertani subito dopo il gol del momentaneo 1-0 bluceleste, Cavalli e Moleri), il presidente Di Nunno e concesso un rigore – sbagliato – alla Pro Patria. I tigrotti si mettono in tasca tre punti d’oro per restare al comando del Girone B, anche se i distacchi rimangono invariati, con Darfo Boario, Pontisola, Rezzato e Pergolettese che riescono a loro volta a mettersi in tasca la posta piena.

LA PARTITA

Attesa alta e partita turbolenta al Rigamonti-Ceppi, dove si gioca in una discreta bolgia e su un campo in condizioni precarie. La gara resta “dormiente” per circa un quarto d’ora in cui la Pro Patria (vicina al gol dopo 2′) mostra un buon gioco e non si espone all’attacco di casa. Tra i blucelesti uno dei più vivaci è Christian Bertani, grande protagonista nel bene e nel male: l’ex centravanti di Varese e Novara si fa ammonire per un fallo su Scuderi ma al 23′ realizza l’1-0 scaricando con un gran destro la sfera alle spalle di Mangano.

Sull’esultanza però, lo stesso Bertani rimedia un secondo cartellino giallo che fa scattare l’espulsione, evento che fa infuriare il presidente lecchese Di Nunno che prova con insistenza ad avvicinarsi all’arbitro. Gioco fermo per qualche minuto prima che torni la calma.

I Tigrotti, intanto, raccolgono forze e idee e alla ripresa si fanno pericolosi fino a conquistare un rigore al 31′: Zaro insacca su azione d’angolo ma a gioco già fermo per un fallo punito con il penalty. Sul dischetto va Santana ma Marito stavolta centra la traversa graziando Nava.

Javorcic allora cambia: fuori un mediano (Gazo), dentro la terza punta (Gucci) al 41′, e mai mossa è stata più azzeccata. Il bomber toscano dopo 3′ di gioco segna il gol del pareggio, deviando un cross dalla sinistra su punizione scoccato da Le Noci.

Al rientro in campo è subito la Pro a passare in vantaggio. Al 4′ i tigrotti conquistano un angolo: palla in area e Giovanni Zaro prende l’ascensore per battere di testa Nava con la rete dell’1-2. Esultanza prolungata e ammonizione per il corazziere bustocco, in un altro momento caldo: il Lecco perde infatti anche capitan Cavalli, a sua volta per seconda ammonizione. Non è finita qui: l’arbitro Monaco, ormai in “trance agonistica”, caccia pochi minuti dopo un terzo lecchese, Moleri, anche lui per seconda ammonizione in un clima sempre più caldo, con i tifosi blucelesti inferociti.

La gara ne risente: si vedono più cartellini (compreso quello a Mozzanica, un giallo “vicino” al rosso) che azioni e così Javorcic sceglie di preservare Le Noci inserendo Disabato. E come accaduto nel primo tempo con Gucci, è ancora il nuovo entrato a muovere il punteggio: Disabato scatta sul filo del fuorigioco arrivando su un pallone profondo e – a tu per tu con Nava – non trema, superando il portiere lecchese in uscita disperata.

La gara di fatto finisce qui, in un clima rovente con l’arbitro sotto accusa da parte del Lecco.

LECCO – PRO PATRIA 1-3 (1-1)

MARCATORI: Bertani (L) al 23′ pt, Gucci (P) al 44′ pt; Zaro (P) al 4′ st, Disabato (P) al 27′ st

LECCO (4-2-3-1): Nava; Luoni (Draghetti dal 17′ st), Rea, Merli Sala, Mureno; Compagnone, Cavalli; Moleri, Bertani, Caraffa; Cristofoli (Meyergue dal 14′ st). A disp.: Guagnetti, Mortara, Rabbeni, Bignotti, Scaglione, Ghidenelli, Roselli. All.: Delpiano.
PRO PATRIA (3-5-2): Mangano; Molnar, Zaro, Scuderi; Cottarelli, Colombo (Pedone dal 32′ st), Pettarin (Mozzanica dal 14′ st), Gazo (Gucci dal 41′ pt), Galli; Santana (Bortoluz dal 40′ st), Le Noci (Disabato dal 22′ st). A disposizione: Guadagnin, Chiarion, Arrigoni, Ugo.
ARBITRO: Monaco di Termoli (Citterio e Marrone)
NOTE. Giornata fredda e uggiosa, campo in cattive condizioni.
Espulsi: Bertani (L) al 26′ pt, Cavalli (L) al 6′ st, Moleri (L) all’11’ st. Ammoniti: Bertani, Cavalli, Merli, Moleri, Zaro, Mureno, Mozzanica, Scuderi. Calci d’angolo:. Recupero: 5′ e 3′.
Spettatori: 1.000 circa.

Risultati: Bustese – Lumezzane 3-1; Lecco – Pro Patria 1-3; Ciliverghe – Dro 1-1; Darfo Boario – Crema 4-2; Levico – Pontisola 1-2; Pergolettese – Caravaggio 2-1; Rezzato – Grumellese 3-0; Scanzorosciate – Ciserano 1-0; Trento – Virtus Bergamo 2-1. Riposo: Romanese.

Classifica: Pro Patria 42; Darfo Boario 41; Pontisola 38; Rezzato 37; Pergolettese 35; Lecco 33; Bustese, Virtus Bergamo 27; Ciliveghe Mazzano 26; Levico 24; Crema, Lumezzane, Caravaggio 23; Scanzorosciate 21; Trento 17; Ciserano 16; Dro 14; Romanese 10.

 

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 07 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore