Una Via dell’Amicizia…lunga 30 anni

Dal 18 al 20 maggio l’annuale Via dell’Amicizia: quest’anno si festeggia il 30ennale della cooperativa sociale, fra progetti e novità per il futuro che coinvolgono tutta la comunità

via dell'amicizia

Se ogni anno la Via dell’Amicizia è un appuntamento speciale per tutta la comunità gorlese, quest’anno lo sarà ancora di più. E’ infatti tempo di spegnere le candeline per il Gruppo Amicizia, che nel 2018 festeggia i primi 30 anni di attività. Una ricorrenza che induce una riflessione su quanto è stato fatto fino ad ora e, soprattutto, su quanto “bolle in pentola” per il futuro.

Tutta la cooperativa sociale, a partire dagli instancabili ragazzi, passando per gli educatori e la referente Anna Castoldi, non smettono mai di creare, sperimentare, immergersi in nuove attività. Il programma della festa, che quest’anno si terrà dal 18 al 20 maggio, è infatti una carrellata di momenti di festa e condivisione: bancarelle, musica, animazione e la possibilità di degustare l’aperitivo e la merenda offerti e curati direttamente dai ragazzi del Gruppo Amicizia.

Oltre alle celebrazioni per l’anniversario della nascita dell’associazione, il weekend gorlese sarà importante per il futuro: verrà infatti inaugurata una nuova ala della Casa Alloggio dove a giugno si realizzerà un progetto di residenzialità. “Gli spazi, forniti in comodato d’uso gratuito dal Comune, sono stati sistemati e arredati – ci spiega la signora Castoldi – e sono adesso pronti ad accogliere la nostra Rossella, una dei ragazzi che frequenta il centro diurno e che adesso si immergerà in questa nuova esperienza di vita. Sono molto orgogliosa di questa novità: il servizio offerto è davvero importante. Fondamentale per poter partire è stato il supporto della Fondazione Comunitaria del Varesotto, che con un contributo di 25mila euro ci ha aiutato ad affrontare le spese”.

Ma chi si occuperà della gestione della Casa Alloggio? “Assumeremo tre persone in più, in modo che, lavorando su turni, possano garantire la supervisione dell’alloggio. E’ molto gratificante poter pensare che in un momento in cui in Italia si fa fatica a trovare un impiego, noi offriamo nuove opportunità lavorative. Il Gruppo Amicizia, nato per offrire un servizio ai ragazzi, fa del bene anche alla comunità”.

In contemporanea partirà il progetto “Dopo di Noi” finanziato dalla regione Lombardia: il percorso di “affrancamento” dalla famiglia d’origine per le persone disabili. “Cinque ragazzi del centro diurno hanno deciso di aderire: due notti a settimana si fermeranno nella Casa Alloggio. L’obiettivo è renderli il più possibile autonomi, far sì che sappiano cavarsela fuori casa: impareranno a rifarsi il letto, a occuparsi di piccole incombenze quotidiane. E’ un’esperienza che farà del bene a loro, ma anche alle famiglie. I genitori di un figlio disabile si chiedono ‘cosa ne sarà di lui un domani, quando loro non ci saranno più’: questo progetto punta proprio a rendere più serene le famiglie e gli stessi ragazzi – evidenzia la referente, che puntualizza – Queste attività saranno ancora più semplici perché i gorlesi ormai li conoscono: per i ragazzi muoversi per il paese per andare a fare la spesa non costituirà una difficoltà, grazie all’affetto e alla protezione con cui la comunità si prende cura di loro”. Parole importanti, che esprimono la profondità del legame fra il Gruppo Amicizia e Gorla Minore.

Tanti motivi per festeggiare, quindi, ma anche per stringersi intorno ad Anna Castoldi, premiata a marzo dall’Amministrazione comunale per l’opera sociale: “Si è trattato di un bellissimo riconoscimento – confida con imbarazzo – mi ha fatto molto piacere, ma intorno a me c’è un gruppo di persone che contribuiscono all’attività della cooperativa sociale. Ho voluto condividere questo bel premio con tutti loro”.

di
Pubblicato il 17 maggio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore