ImpresAperta riparte da Busto Arsizio con due startup

Il progetto di Confartigianato far conoscere i cambiamenti del tessuto economico locale riparte con due start up di Busto Arsizio

management economia

«Abbiamo iniziato con un obiettivo: far conoscere i cambiamenti che negli ultimi anni hanno interessato il tessuto produttivo locale a chi è chiamato ad amministrare e siamo arrivati a un progetto di legge (Aree di Confine) entrato ormai nel dibattito non solo provinciale. Ora ci aspettiamo di andare oltre e di portare le amministrazioni locali a prendere contatto diretto con le aziende per identificare nel confronto con gli imprenditori le più efficaci politiche a sostegno delle attività economiche e produttive».

Il presidente di Confartigianato Imprese Varese Davide Galli rilancia così il progetto ImpresAperta che, a un anno dalla conclusione dell’esperimento pilota condotto con l’allora presidente del consiglio regionale Raffaele Cattaneo (oggi assessore all’Ambiente e al Clima di Regione Lombardia, ndr), riparte dal Comune di Busto Arsizio – «cuore pulsante della manifattura a livello provinciale» – grazie alla disponibilità dimostrata dal sindaco Emanuele Antonelli e dall’assessore a Identità, Cultura e Commercio, Manuela Maffioli. 

«Le amministrazioni comunali hanno dalla loro la prossimità con le imprese e sono le imprese stesse a chiederci, spesso e volentieri, di poter avviare confronti diretti con primi cittadini e giunte su specifiche tematiche legate alla tassazione, alla partecipazione attiva alla vita cittadina e alla definizione delle politiche di sostegno reale all’imprenditorialità – prosegue Galli – Per questo mi aspetto che l’iniziativa che lanceremo a Busto non resti confinata ma diventi un richiamo e monito per tutti i primi cittadini affinché ricordino che le imprese sono una ricchezza da ascoltare e sostenere. Anche con adeguate politiche fiscali e di sburocratizzazione».

Il primo incontro si svolgerà presso la “Creazioni Tessili Smc”, startup specializzata nella produzione di borse in tessuto per grandi marchi della moda con sede in via Lecco, 20. All’incontro, in programma alle ore 9 di giovedì 12 luglio, parteciperanno anche i titolari di un’altra startup locale, Vivinbio Snc, che opera nel commercio di prodotti biologici e naturali in via Cavallotti 4, sempre a Busto Arsizio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore