Rifugio Elia, un porto sicuro per i cani abbandonati e maltrattati

La struttura è specializzata nell'accoglienza a cani anziani e disabili e nella rieducazione di quelli maltrattati, ma ha anche animali giovani da dare in adozione

Il Rifugio Elia (via Canale 23, Busto Arsizio), nato nel 2005, è una struttura particolare. Il canile accoglie infatti animali "speciali": i cani anziani o disabili e quelli recuperati da maltrattamenti e da canili lager. Il rifugio è gestito dall’associazione A.P.A.R. onlus, come i canili municipali di Busto Arsizio e Gallarate.

Galleria fotografica

AAA padrone cercasi 4 di 10

L’edificio è tuttora in via di ultimazione, servono ancora dei lavori perché l’ampio spazio dedicato a tutti gli ospiti possa mirare ad essere un vero e proprio nucleo attivo per qualsiasi problematica.

Attualmente sono presenti circa 60 cani all’interno della struttura. Una parte di questa è dedicata ai più piccoli di taglia e soprattutto agli anziani, chee vivono in una casetta di legno tipo baita; all’interno tutto è arredato come una vera casa, all’esterno c’è un vastissimo giardino fiorito dove gli animali possono
gironzolare liberi tutto il giorno. L’altra ala del rifugio è dedicata ai
cani di media e grossa taglia: sono circa 20 box molto spaziosi, in inverno riscaldati.

All’interno della struttura esistono varie zone di "sgambo", ampi recinti e un piccolo parco per far correre i quattrozampe, che, come ben sa ogni amante dei cani, hanno un istinto formidabile per il movimento. Gli animali sono seguiti da volontari e da educatori, i
veterinari sono sempre presenti all’occorrenza. Tutti i cani hanno la fortuna di poter passeggiate al guinzaglio anche nei pressi del rifugio e di poter rimanere in contatto con la natura. Molti degli
"ospiti" presenti hanno varie problematiche importanti: da quelle di salute per vecchiaia a quelli con gravi malattie (es. tumori, problemi di deambulazione, epilessia, ecc). Altri, con problemi comportamentali derivati da maltrattamenti o degenze in canili lager, ma ottimamente gestiti e in procinto di poter essere reintrodotti ad una vita "normale" (e non più "da cani"…).

Il rifugio è stato intitolato alla memoria di un bellissimo cagnolone: Elia era la mascotte del canile a cui tutti i volontari erano molto affezionati, ora veglia su tutti i cani abbandonati e
sfortunati. Il team di rifugio Elia è presente dalle 10 alle 18 tutti i giorni compreso sabato e domenica, è possibile per ogni persona interessata portare a passeggio gli animali nei dintorni del canile e adottarli a distanza o, meglio ancora adottarli per sempre, offrendo loro una famiglia. L’invito è dunque a venire a conoscere la struttura e i suoi ospiti a quattro zampe: animali che nella sfortuna hanno trovato chi si prendesse cura di loro.

"Tutti i cani hanno bisogno di essere amati e protetti…" ricordano i volontari della struttura. "Loro hanno un cuore enorme, ci offrono la loro totale fiducia…non deludiamoli mai…"

Per alcuni dei cani adottabili presenti al rifugio vedere la galleria fotografica allegata.

RIFUGIO ELIA Via Canale, 23
21052 Busto Arsizio
recapiti telefonici 0331/67.06.92 – 347/4704691
email apar_rifugioelia@hotmail.it

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Galleria fotografica

AAA padrone cercasi 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.