Itpa Casula, scuola ad “Alta formazione internazionale”

Ancora la Riforma Gelmini non ha risolto tutti i dubbi, ma in via Monte Rosa sono sicuri che le caratteristiche peculiari dello storico istituto non cambieranno

Studenti finlandesi in visita al CasulaQualsiasi sarà il testo della Riforma Gelmini, l’Itpa Casula di Varese non perderà le sue caratteristiche storiche e consolidate, che le hanno valso il grande favore di studenti e genitori degli ultimi anni.
Sabato prossimo, 16 gennaio, l’istituto varesino di via Monte Rosa farà il suo open day, raccontando quali sono gli elementi salienti della propria offerta formativa e le competenze che gli studenti acquisiscono alla fine del percorso quinquennale: «La nostra scuola continuerà ad essere caratterizzata dall’internazionalizzazione – chiarisce subito la preside Renata Ballerio – Secondo le anticipazioni che si hanno della Riforma, il Casula manterrà l’indirizzo turistico e cambierà il nome di quello internazionale, passando dall’Erica a "Relazioni internazionali". Le peculiarità della scuola, quindi,  non saranno stravolte».

Modifiche all’offerta formativa, comunque, ci saranno, per il solo fatto che il Ministro ha deciso un "abbassamento" del monte ore a 32 ore ( attuelmente sono 36): « Il cambiamento, previsto per tutti gli istituti tecnici, non penalizzerà comunque l’acquisizione delle competenze caratteristiche del Casula» spiega ancora la preside a cui fa eco la professoressa Nicoletta Pizzato, vicepreside: « Le competenze linguistiche che forniamo ai nostri studenti sono comprese tra il livello B2 e C2 della classificazione europea. Per livello B2 consideriamo un livello intermedio alto, mentre il C1 è avanzato ( con C2 si definiscono i madrelingua)».

L’internazionalizzazione al Casula continuerà, dunque, a essere in cima alla lista delle attività: « Anche il direttore generale scolastico Colosio ritiene che l’apertura all’estero sia fondamentale per i nostri ragazzi – commenta la preside – ecco perchè noi stiamo lavorando per ampliare ulteriormente i nostri contatti, diversificando il più possibile. In particolare vorrei sviluppare i contatti con l’Oriente, convincendo gli studenti a cogliere l’opportunità verso la Cina che attualmente forniamo».
L’anno in corso, in verità, la crisi economica ha creato problemi al sistema: « Le scarse finanze a disposizione ci mettono in difficoltà. Facciamo salti mortali per progettare. A onor del vero, però, stiamo riscontrando una buona sensibilità nei privati a cui ci rivolgiamo per trovare finanziamenti per i nostri studenti, borse di studio che permettono di non perdere le occasioni».
Penalizzati dalla crisi economica, infatti, molti ragazzi hanno dovuto ridimensionare i propri desideri di "partire per l’estero", sacrifici a cui il Casula sta tentando di rimediare con occasioni esterne».

Sabato 16 gennaio, dalle 15, preside e professori attendono genitori e alunni per sciogliere riserve e dubbi e ricorcare le qualità che hanno creato la fama del Casula negli ultimi anni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 gennaio 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore