La bottega del falegname diventa un museo

La lavorazione del legno è stata una delle prime arti dell’uomo: dalle clave e dalle lance agli albori della civiltà, alle complesse strutture dell’epoca moderna

Domenica 18 luglio ore 11 ci sarà l’inaugurazione della casa museo “la bottega del falegname” a Coarezza di Somma Lombardo, via Cristoforo Colombo 4.
L’allestimento della esposizione permanente di vecchi attrezzi da lavoro è a cura dell’Associazione Antichi Mestieri, nata nel 2007.
Una lunga e laboriosa ricerca, da parte del signor Bonetti Riccardo, presidente dell’associazione, ha permesso di collezionare, strappandoli alla distruzione e all’abbandono, molti strumenti da falegname, appartenenti ad un mondo ormai praticamente scomparso: oggetti il cui destino è stato segnato dalla progressiva meccanizzazione avvenuta nella seconda metà del secolo scorso.
L’obbiettivo dell’associazione è quello di non dimenticare e riprendere contatto con una cultura caratterizzata da materiali poveri, ma dalla genialità degli artigiani, simbolo di un passato legato alla fatica, al sudore, ove il tempo non aveva valore, ma dove le mani callose erano capaci, pur nella loro semplicità, di esprimere sentimenti e manufatti di pregevole valore.
La lavorazione del legno è stata una delle prime arti dell’uomo: dalle clave e dalle lance agli albori della civiltà, alle canoe scavate nei tronchi d’albero, agli aratri usati nell’agricoltura, agli sgabelli a tre gambe fino alle complesse strutture dell’epoca moderna.
In questa casa museo potrete osservare il percorso della lavorazione del legno dal taglio del bosco, alla preparazione delle tavole, per arrivare al prodotto finito con l’uso di strumenti costruiti dall’artigiano stesso. Solo così le future generazioni avranno la possibilità di ritrovare, vedere e conoscere gli attrezzi d’un tempo utilizzati dai nostri nonni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 luglio 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore