“La tigre nel cuore”, sabato la firma degli atti costitutivi e le nomine societarie

L'attivismo di Palazzo Gilardoni cerca di far fronte all'abbandono del patron Tesoro

Si gioca un altro tipo di partita a Busto Arsizio, fuori dal prato verde dello Speroni, per dare un nuovo assetto all’Aurora Pro Patria dopo che il patron Savino Tesoro aveva comunicato l’intenzione di cedere il proprio pacchetto di maggioranza: preannunciando anzi persino l’intenzione di mettere in liquidazione la società.
All’iniziativa personale del sindaco Gigi Farioli e dell’assessore Alberto Armiraglio, che hanno aperto un conto corrente presso il Credito Valtellinese per la raccolta di fondi per la Pro Patria, e che ha perlomeno visto riprendere la squadra ad allenarsi, mercoledì sono seguiti nuovi incontri per tracciare le linee per un intervento ancora più radicale.
Nelle prime ore di giovedì presso il palazzo Comunale, è stata decisa la costituzione di un’associazione, denominata “La Tigre nel Cuore”, che ha lo scopo di perseguire ogni utile forma di sostegno, anche finanziario, alla Pro Patria, non escluso l’acquisto di quote azionarie della società.
La sede dell’associazione sarà presso lo stadio Speroni, in via Ca’ Bianca n. 42.
Sabato alle ore 16,00, negli uffici del Sindaco Farioli è prevista la firma degli atti costitutivi e l’individuazione del Presidente, del consiglio d’Amministrazione e dei Soci fondatori. Sempre sbaato manifesteranno i tifosi in centro, e il sindaco dovrebbe incontrare il patron uscente Savino Tesoro.
Negli intendimenti dell’amministrazione comunale, che cerca di evitare lo smacco della possibile scomparsa della squadra dal calcio professionistico, l’operazione coinvolge trasversalmente la città: e tutti sono invitati ad acquistare quote dell’associazione secondo modalità che verranno precisate nei prossimi giorni.
Fin da ora, scrive Palazzo Gilardoni, "si può prevedere che verrà prevista una forma di visibile ringraziamento per tutti coloro che vorranno attivarsi".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore