Protesta padana contro Saviano

Attivisti del Carroccio distribuiscono volantini delle campagne leghiste anni '80 contro il soggiorno obbligato. Dibattito a Palazzo Estense

protesta lega roberto saviano roberto maroniSolidarietà al Ministro dell’Interno Roberto Maroni da parte della base leghista questa sera, 18 novembre a Varese a margine del consiglio comunale. Alcuni attivisti hanno distribuito volantini degli anni ’80 dove il Carroccio esprimeva già allora contrarietà al soggiorno obbligato, uno dei temi che sono stati citati da Roberto Saviano lunedì scorso durante la trasmissione "Vieni via con me". La "prova" della distanza leghista dalla criminalità organizzata – arrivata al Nord, secondo l’autore di Gomorra, anche grazie al "confino" dei malavitosi nelle regioni settentrionali – è stata distribuita da una decina di militanti leghisti che hanno rispolverato i vecchi slogan.
Il dibattito si è spostato anche in sede istituzionale, a microfoni accesi, durante la seduta. I consiglieri della Lega Nord hanno difatti presentato un ordine del giorno contro le parole di Saviano, che nel corso della seguitissima trasmissione su Rai 3 parlò della ‘ndrangheta come associazione malavitosa che  "al Nord interloquisce con la Lega". Durante la seduta si è svolto un acceso dibattito sul tema, che tuttavia non ha portato alla ricomposizione delle diverse posizioni tra i partiti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore