Maran: “Allenare questa squadra è una gioia”

Il mister del Varese elogia i suoi ragazzi: «Ora ci vuole la continuità». Kurtic: «volevo fare quel gol»

Rolando Maran alla sua ex squadra, tra andata e ritorno, ha rifilato cinque gol. E meno male che non è un vendicativo. Il Varese visto questa sera era un altro pianeta soprattutto per un Vicenza quasi mai entrato in partita. «Una vittoria voluta con lucidità e intensità – dice l’allenatore del Varese -. Non c’era modo migliore per ripartire dopo la sosta e noi siamo ripartiti con il piglio giusto». Il mister Biancorosso spende qualche parola anche per gli avversari. «Il Vicenza è una buona squadra con dei buoni giocatori. Certo, noi abbiamo fatto una grande prestazione, tenendo un ritmo altissimo e senza mollare mai».
La prosecuzione del campionato per Maran adesso è anche una questione di continuità. «Abbiamo una classifica che ci premia e dobbiamo mantenere la costanza dei risultato. L’unica paura da avere è uscire dal campo con la coscienza non a posto, ma a questa squadra è successo raramente. Tutti stanno tirando a mille e per un allenatore è una gioia. Il pubblico, poi, ci sta regalando grandi emozioni perché ci crede e ci dà calore. Più di così, che cosa vogliamo?».
Jasmin Kurtic ha fatto un gol che ha lasciato un sibilo nelle orecchie dei tifosi. Un tiro potentissimo da almeno 35 metri, un missile terra-aria che non ha dato scampo al malcapitato Frison. «Ho voluto mettere la palla dove l’ho messa – dice il giocatore sloveno -. Era lontano, ma si è aperta un po’ l’opportunità per tirare e grazie a Dio è entrata. A me fa piacere fare un gol così, ma l’ho già dimenticato».
Gianpietro Zecchin è in forma splendida. E’ stato lui, infatti, a sbloccare il risultato della partita contro il Vicenza. «Speriamo di continuare a fare gol – dice il giocatore -. Dopo la pausa non è facile ripartire e quindi penso che siamo stati bravi a rimanere concentrati e a lavorare bene. Questa sera siamo partiti aggressivi e spigliati e li abbiamo messi là nell’angolo. Poi il raddoppio di Jasmin ha messo un’ipoteca sulla vittoria. La qualità di questo Varese ti facilita il compito, anche contro un Vicenza che ha un organico che non si discute».
Il mister dei veneti, Gigi Cagni, è piuttosto arrabbiato. La sua squadra non gli è piaciuta. «Il Varese è una formazione in salute – dice l’allenatore del Vicenza – e noi non siamo stati all’altezza della situazione. La cosa, però, che più mi dispiace è che abbiamo perso sotto il profilo psicofisico. Il Varese ha corso di più e noi non riusciamo a fare quello che dovremmo fare. Questo non è il Vicenza che io conosco. La pausa non c’entra, perché il mio lavoro è quello di sempre. Il Varese ha qualità in avanti, gioca bene e in velocità. Una squadra difficile da incontrare». 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Marzo 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.