Parcheggio chiuso alle Nord: “Un’iniziativa di Agesp che non condividiamo”

Gli assessorati alle opere pubbliche e alla viabilità rispondono alle tante critiche da parte di numerosi cittadini, anche attraverso i giornali: "Il Comune non c'entra e non ha progetti, chiedete ad Agesp"

La chiusura dell’area sterrata nei pressi della stazione delle Ferrovie Nord di Busto Arsizio è un’iniziativa di Agesp e il Comune non c’entra niente. Gli assessori Buzzi (opere pubbliche) e Fantinati (viabilità) troncano alla radice, con un comunicato congiunto, «ogni inutile e sterile polemica che compare quotidianamente sulle pagine di noti giornali locali, dall’Amministrazione comunale e in particolare dall’assessorato alle opere pubbliche e dall’assessorato alla sicurezza e viabilità, giunge la netta e secca smentita circa presunti progetti depositati presso gli uffici dell’Amministrazione».

Secondo i due assessori anzi «l’intervento di recinzione di parte del sedime delle ferrovie Nord pare essere semplicemente un intervento autonomo di Agesp Servizi, per altro in contrasto con i consigli degli assessorati citati, ma giustificato dalla società con la necessità di tutelare le ferrovie e i frequentatori di tale area da rischi possibili in cui potrebbero incorrere.  Ogni altra parola è del diavolo».

Leggi anche:
Stazione Nord, parcheggio libero chiuso dal 23 aprile.
I pendolari protestano: andare in treno ci costerà il 30% in più   






di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 giugno 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore