Vietata l’agopuntura per le “smart city”

Maurizio Melis dà i consigli a quei comuni ed enti pubblici che si vogliono adeguare al futuro: con qualche proposta per risparmiare, e una dritta per non accontentarsi

Maurizio MelisCosa possono fare quei comuni ed enti pubblici che vogliono, o devono adeguarsi al futuro? Quali tra le mille microposte arrivate sul tavolo vanno seguite? O come cavarsela di fronto al vuoto di futuro? Maurizio Melis, giornalista di Radio 24, prova dal tavolo del convegno sulle Smart City, organizzato a Varese da Confartigianato e Univa a dare qualche consiglio: con qualche proposta per risparmiare, e una dritta per non accontentarsi.

«Innanzitutto, no all’agopuntura – sottolinea Melis – Non bisogna fare un angolino intelligente in una città non attrezzata per il futuro: o la smart city cambia la vita dei cittadini o non serve. Poi, ci sono alcune cose che gli enti pubblici che vogliano cimentarsi con il futuro possono fare: Innanzitutto non sviluppate 50mila volte la stessa applicazione: non solo è un inutile costo in più, ma applicazioni sempre diverse hanno dati poco condivisibili». Il consiglio quindi è: «Copiate quello che c’è già di buono»

Inoltre, per fare un progetto efficente: «Partite da quello che conoscete meglio. Quello che nella vostra città è un progetto importante, un’eccellenza, oppure un problema a lungo dibattuto»
Infine, considerato che molti esempi nel mondo riguardano progetti su megalopoli: «In Italia siamo senza megalopoli, perciò dobbiamo inventarci la via italiana alla smartcity. Partendo dal turismo e dalle belle arti, creando una via italiana a questo genere di progetti. E partendo magari da centri medio piccoli, che sono la stragrande maggioranza delle realtà italiane, e che sono più gestibili delle grandi città».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.