“Coltiva e racconta”, agricoltura e turismo passano per le scuole

Il progetto, finanziato dalla Fondazione Comunitaria del Varesotto, è promosso dall'associazione "I maestri itineranti" ed è rivolto agli studenti, ma anche ai cittadini della zona

“Coltiva e racconta… che ti passa!” è il titolo di un progetto che vuole creare una rete solidale per lo scambio di (in)formazioni sul settore agro-alimentare e sul settore del turismo sostenibile a Leggiuno. Il progetto è curato dall’Associazione di Promozione Sociale “I Maestri Itineranti", è sostenuto dalla Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus e si sviluppa attorno alla realtà scolastica delle scuole “Baraggia”.

Il percorso scolastico articola in due fasi: la prima intende coinvolgere insegnanti e alunni nella sistemazione e manutenzione di quella che localmente è conosciuta come “L’aula in Giardino” o “Stagn-orto”: negli anni scorsi, un’area del giardino della scuola è stata adattata dagli esperti dell’Associazione e dagli alunni per accogliere un orto e uno stagno, che necessitano di cure e manutenzioni costanti, per poter ospitare le lezioni scolastiche in sicurezza e ricchezza di contenuti.
La seconda vuole spingere alunni e insegnanti alla scoperta della “promozione del proprio territorio”, creando un’offerta turistica che parta proprio dallo “Stagn-orto” e si allarghi al territorio comunale, per analizzare diversi aspetti di questo settore commerciale: in previsione anche del loro futuro formativo e professionale.

Il percorso aperto alla cittadinanza, invece, prevede l’organizzazione e la realizzazione di tre incontri serali, nei quali saranno intavolate discussioni e approfondimenti su temi riguardanti: la crisi economica; il rilancio del settore agricolo e del settore turistico; alcune soluzioni possibili e realizzabili di autoproduzione.

Oltre che a diversi professionisti della zona, che interverranno in qualità di esperti del settore agricolo e del settore turistico, al progetto hanno aderito l’Amministrazione comunale di Leggiuno, l’Istituto comprensivo di Leggiuno e Caravate, l’Associazione Nazionale Alpini Sezione di Leggiuno e l’Associazione dei Genitori delle scuole di Leggiuno. Ogni ente aderente parteciperà offrendo volontariamente tempo, spazi e materiali. Oltre che dalla Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus, parte del progetto sarà finanziato direttamente dal Comune e dall’Associazione dei Genitori.

Per maggiori informazioni sulle attività e sulle proposte de “I Maestri Itineranti”, è possibile telefonare al numero 348-0823671 oppure scrivere una e-mail all’indirizzo HYPERLINK "mailto:imaestriitineranti@gmail.com" imaestriitineranti@gmail.com

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.