I sette alfieri di Maroni

Presentata la lista civica "Maroni presidente" e con l'occasione inaugurato la sede operativa per la campagna elettorale a Varese

maroni pointLa stima verso Roberto Maroni è il comune denominatore espresso da tutti e sette i candidati della lista civica “Maroni presidente”. Espressione della società civile, con un solo politico doc, che ha già seduto sui banchi del Consiglio regionale, si sono presentati inaugurando il “Maroni point”. Gli stessi locali che tre anni fa aveva utilizzato Raffaele Cattaneo per il suo quartier generale varesino. Dall’arancione all’azzurro, ma a cambiare non sono solo i colori. Il progetto politico è completamente diverso.

“I due punti cardine del nostro programma – spiega Roberto Maroni – sono istituire una macroregione, così come diceva Miglio, e tenere il 75% delle tasse in Lombardia. Due punti chiari che significheranno abbattimento della burocrazia e forza politica per contrattare con Roma qualsiasi sarà il Governo. Inoltre, con 16 miliardi l’anno in più potremmo non far pagare l’Irap, il bollo e fornire gratuitamente i libri scolastici a tutti i nostri bambini e ragazzi. E con quei soldi in più sul nostro territorio di cose buone ne faremo tante altre”.
È lui, il leader indiscusso, che crede che “non ci sia ministero che possa contare di più dell’amministrare la regione Lombardia”, a chiudere la presentazione della sua lista civica della provincia di Varese.  
maroni pointPrima di lui hanno preso la parola i sette candidati.
Maria Vittoria Caprara: “Ho accettato di presentarmi per stima verso Maroni e per dare un contributo concreto per una società che non sia fatta  solo di lamentele”.
Sabrina Merletti: “Con Maroni perché questa regione voli sempre più in alto e, io da imprenditore, so che il nostro governatore farà di tutto per aiutare le imprese”
Antonio Rosati: “Con Maroni per quello che ha fatto per lo sport e per il sociale. Lui è un uomo del fare e ci siamo subito incontrati nella nostra pragmaticità perché siamo uomini del fare e non del dire”.
Simone Canciani: “Con Maroni perché dobbiamo mantenere le risorse sul nostro territorio per dare futuro ai giovani”.
Paolo Cherubino: “Ho accettato subito la candidatura per la stima verso Maroni. Io sono un tecnico e sono stato chiamato per questo. Con lui presidente dobbiamo ridisegnare la sanità. E vinceremo”
Maria Sole De Medio: “Ho trovato in Maroni sempre la disponibilità verso il mondo
dei frontalieri e oggi mi auguro che il governatore sia del nostro territorio. Mai vorrei che fosse un milanese.
Luca Ferrazzi: “Maroni è il miglior candidato per il nostro territorio anche
per riscattare l’immagine della regione Lombardia. Questo sarà il vero presupposto
per poter crescere”

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Video

I sette alfieri di Maroni 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.