“Siamo un gruppo che non molla mai”

Vitucci e Polonara concordano: "La Cimberio sa recuperare anche le partite che sembrano scivolate via". Green e Banks guidano la squadra insieme all'ala italiana

In quella che per due anni è stata la sua sala stampa, coach Frank Vitucci torna da vincitore con le insegne di Varese al termine di una partita tiratissima e incerta fino all’ultimo secondo dei 45 minuti disputati. «Questa sera, ancora una volta, abbiamo dimostrato come la Cimberio non molli mai, non smetta mai di lottare fino all’ultimo secondo di gioco. Sembrava che la partita ci stesse scivolando via e invece siamo riusciti a riprenderla, pur commettendo qualche errore. La pallacanestro è spietata, viene decisa spesso da piccoli episodi e alla fine l’abbiamo portata a casa».
A chi gli chiede di un arbitraggio favorevole, Vitucci replica: «Non credo proprio che i fischi abbiano deciso la partita: ci sono stati errori da ambo le parti ma non così pesanti. Chiunque avesse vinto lo avrebbe fatto con merito». Il tecnico non dimentica di salutare il manipolo di tifosi giunti ad Avellino («si sono fatti dieci ore di pullman, è giusto ringraziarli per come ci stanno vicini») e festeggia anche il ritorno sul parquet di Ebi Ere. «Non giocava da quasi un mese, lo abbiamo rimesso in ritmo. Ma in generale sono felice di come si è comportata l’intera squadra, brava a capire le mosse dei nostri avversari nel corso della partita. Anche se si può sempre fare meglio».

Le parole di Vitucci trovano eco anche da parte di Achille Polonara, uno dei migliori in campo: «Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, perché Avellino ha aggiunto un grande campione come Lakovic e un allenatore esperto come Pancotto. Però noi siamo squadra che non molla mai e alla fine siamo stati bravi a vincere comunque. Il nostro punto di forza è quello di non subire mai parziali decisivi, di restare sempre aggrappati alla partita: rimaniamo sempre concentrati e riusciamo a recuperare anche le partite che sembrano sfuggirci».

PAGELLIAMOSakota 5 (Entra, non fa per lui, lo imbullonano alla panchina); Banks 7 (Qualche volta prende strade senza uscita ma scrive 23 in una partita che rischiava di non giocare…); Rush 5 (Si presenta bene – tripla – ma si ferma lì); Talts 6 (I falli di Dunston gli danno minuti e responsabilità; commette qualche errore ma resta a galla); De Nicolao 5 (La peggiore da quando è a Varese); Green 8 (Il canestro da metà campo e soprattutto la tripla della vittoria cancellano i balbettii in regia. Ma rende pan per focaccia a un avversario da Eurolega); Ere 6 (Voto di stima per qualche bel canestro e il ritorno rapido in campo. Ma non è quello vero); Polonara 7,5 (Meno showman del solito, stavolta forse non sarà tra gli autori delle migliori azioni, ma è più produttivo di altre volte. Meglio così); Dunston 5,5 (Voto da condividere con i compagni che lo servono poco. Ma la sua stoppata regala i supplementari).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.